Tre grandi sculture dell’artista “Jack” Braglia in mostra sul lungomare di Forte dei Marmi

FORTE DEI MARMI La ricerca del giovane scultore si concentra su temi sociali di stringente attualità come l'inquinamento ambientale e la migrazione dei popoli, raccontando le contraddizioni del nostro tempo.

-

Dopo la partecipazione alla 58ma Biennale di Venezia , il giovane artista e fotografo svizzero Giacomo “Jack” Braglia è tornato in Italia per presentare un nuovo progetto di sculture e installazioni ambientali a cielo aperto, a cura di Beatrice Audrito, esposte sul lungomare di Forte dei Marmi fino al 20 Settembre 2020. Servendosi di una tecnica innovativa, l’artista travalica il concetto di immagine bidimensionale dando corpo alla fotografia tradizionale, utilizzando supporti fotografici alternativi.

La ricerca del giovane scultore si concentra su temi sociali di stringente attualità come l’inquinamento ambientale e la migrazione dei popoli, raccontando le contraddizioni del nostro tempo.

 

Il progetto Conversations with a Changing World, promosso dalla Fondazione Gabriele e Anna Braglia con il patrocinio del Comune di forte dei Marmi, presenta tre grandi sculture frutto dell’ultima fase di ricerca dell’artista, che riflette ancora su temi di straordinaria attualità come la salvaguardia dell’ambiente.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.