Un papavero rosso per unire i due versanti delle Apuane

CAREGGINE - Davvero una bellissima idea quella dell'artista versiliese Alfio Bichi che ha realizzato dei papaveri rossi con materiali di recupero per donarli e a volte abbandonarli in luoghi molto frequentati. Prima consegna a Careggine: un modo di rendere più vicini i due versanti delle Apuane.

- 1

 

Come sappiamo soprattutto per gli anglosassoni il papavero rappresenta la rinascita o la ripartenza in quanto furono le prime essenze vegetali a nascere nei terreni infestati dai segni di morte della prima guerra mondiale. Anche per questo, e non solo in Inghilterra, il papavero rosso rappresenta la rinascita e allora… in questo periodo così delicato per la nostra civiltà l’idea di questo artista è davvero ricca di significati. Nel pomeriggio di giovedì 2 luglio l’artista ha fisicamente consegnato uno delle sue realizzazioni alla comunità di Careggine per mezzo dell’amministrazione comunale come ideale prima tappa. Sì perchè il papaverò girerà nelle varie attività commerciali del paese a cominciare dallo storico bar che proprio in questo periodo così difficile ha deciso di ristrutturare l’antico locale trasformandolo anche in un ristorante che verrà inaugurato domenica prossima. Siamo convinti che quest’opera d’arte assumerà un doppio significato. A fare gli onori di casa Mario Puppa sindaco di Careggine per 15 anni il quale assieme ad Elisa Corsi ha provveduto a dare in consegna a Valentina questo simbolo o come dice l’artista questo abbraccio in un momento dove gli abbracci non sono consentiti. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione con Francesca Bonin anche in veste di amministratrice del Comune di Seravezza. Possiamo affermare che i due versanti opposti delle Apuane, garfagnino e versiliese, da oggi sono più vicini.

Commenti

1

  1. Adélia Pires


    Un artista completo e di una generosità fantastica. Bravo Alfio Bichi! Aspetto da lei nuove e emozionante aventure artistiche!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.