Assembramenti: chiusa di notte la spiaggia libera di Forte

FORTE DEI MARMI - Il sindaco Bruno Murzi firma un'ordinanza di di divieto di accesso alla spiaggia libera di Vittoria Apuana durante le ore notturne: “Intendiamo fermare fenomeni di assembramenti incontrollati che spesso sfociano in atti di vandalismo”.

- 3

Da domani 14 al giorno 30 agosto 2020, dalle ore 21,00 alle ore 06,00 sarà fatto divieto di accedere  su tutto l’arenile di Vittoria Apuana, dal confine lato Massa della concessione Yacthing Club Versilia fino al confine comunale con il Comune di Montignoso.
L’ordinanza del primo cittadino intende evitare una situazione di emergenza sanitaria e di igiene pubblica.
“Sono sempre più frequenti e inaccettabili durante le ore notturne – afferma il Sindaco Murzi – fenomeni di afflusso di numerose persone che creano situazioni di assembramento incontrollato nonché degrado igienico sanitario e pericolo per la salute e l’incolumità loro e dei fruitori della stessa spiaggia. Oltretutto la zona interessata è anche riconosciuta come Area Protetta A.N.P.I.L. “Dune di Forte dei Marmi”. Spesso poi i comportamenti tenuti di notte lungo quel tratto di spiaggia  sfociano anche in fenomeni di vandalismo, che provocano precarie condizioni igienico – sanitarie e pericolo per l’incolumità pubblica soprattutto in relazione alla libera frequentazione della popolazione durante le ore diurne.“

Commenti

3


  1. Lodevole iniziativa però sarebbe auspicabile una maggiore attenzione in termini di pulizia e decoro della spiaggia in oggetto da parte dell’amministrazione anche durante le ore diurne. Non si può arrivare in spiaggia la mattina e trovare tutti i cestini sempre pieni,e l’addetto al servizio dello svuotamento che fa lo slalom fra gli ombrelloni.
    Mi ricordo che anni fa passava molto presto e spesso il trattorino a pulirla.ERA una meraviglia….


  2. Buona sera, ritengo opportuna l’ordinanza emessa dall’AC. relativa alla spiaggia in oggetto,immaginando quello che può succedere nelle ore notturne,ma vedendone
    in concreto,purtroppo, i risultati al mattino successivo tra immondizia varia , tracce di urina e perfino, a volte ,escrementi.Per non parlare della paura di trovare siringhe usate o cocci di vetri nascosti nella sabbia.E’ una zona molto frequentata soprattutto da numerose famiglie,locali e non, con bambini.Non sarebbe altresì opportuno e doveroso,con un piccolo sforzo in più da parte dell’amministrazione Comunale, porre più attenzione a tale zona per evitare importanti problematiche di carattere igenico sanitarie, nonché per tutelare la sicurezza e il decoro? Non tutti possono permettersi,specialmente di questi tempi, uno stabilimento balneare a paganento!
    Nella speranza ,speriamo non remota , di una sensibilità al riguardo , cordiali saluti
    L.C.


  3. …….Si chiede, si chiede, si chiede si pretende.
    Sempre richieste e sempre ai comuni.
    Ma sapete in quali condizioni versano i comuni?
    i controlli?
    ……e secondo voi, chi dovrebbe controllare?
    Non certo la polizia municipale.
    È una struttura specializzata che DEVE essere impegnata in compiti di polizia, appunto.
    Non quelli di andare a controllare i comportamenti delle persone fino a che questi non diventino antigiuridici .
    Non possiamo SPRECARE risorse anche per queste minuzie.
    Ricordo che i tratti di arenile sono In regime di CONCESSIONE e tale prevede la conservazione e vigilanza del tratto di arenile in capo al concessionario.
    La polizia municipale non è e non ha compiti di “invitare” le persone a mantenere un comportamento appropriato.
    Non sono educatori, sono agenti di polizia.
    Il problema è responsabilizzare le persone e se minorenni agire con decisione sui genitori.
    È l’educazione e il principio del rispetto che manca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.