Campo di Marte, Enrico Rossi inaugura i 14 nuovi posti letto per le cure intermedie

LUCCA - Si è conclusa al Campo di Marte la visita del presidente della Regione Enrico Rossi ai reparti di cure intermedie della Toscana del Nord. Qui a Lucca sono stati inaugurati 14 posti letto che entreranno in funzione a settembre.

- 1

Un servizio importantissimo perché si parla  di pazienti non in fase acuta ma che necessitano comunque di un’assistenza elevata, pensiamo ad esempio alla riabilitazione dopo una grave malattia, e che senza questi posti dovrebbero curarsi a casa con tutte le difficoltà che ne conseguono.

Il presidente Rossi ha spiegato che la Regione ha potuta aumentare solo ora questi posti letto perché prima era vincolata a rigidi limiti di spesa per l’assunzione del personale.

Con l’emergenza Coronavirus questo vincolo di spesa è stato tolto – ha spiegato il presidente – e la Regione ha potuto assumere 400 medici e circa 1.600 infermieri, con l’obiettivo di arrivare a 3mila assunzioni complessive entro la fine dell’anno.

I nuovi posti letto aumentano in maniera significativa le potenzialità delle cure intermedie a Lucca. Ma la Asl ha in programma di aprirne altri.

 

Commenti

1

  1. Claudio Cannavacciuolo


    Altro giro, altro nastro. Tutti presenti. Intanto un progetto per il campo di marte, vero e proprio, con una giunta comunale e regionale dello stesso partito, non sono stati in grado di trovarlo. L’80 per cento va in malora e il San Luca è inefficiente e piccolo per le esigenze, come già si sapeva prima di costruirlo. Lasciamo marcire tutto come per la manifattura e poi ci si ragiona. Basta. Ci vogliono dei managers nella classe dirigente italiana. Se volete sopperire alle mancanze affettive freudiane, tagliando nastri, facciamo una colletta e ve ne regaliamo un tir. A casa continuate pure, inaugurate il soggiorno, poi la cucina.. E poi ripartite quando avete finito. Basta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.