Ferragosto sottotono a Lucca

LUCCA - Un 15 agosto con pochi turisti, in maggioranza italiani. Tanti i lucchesi che scelgono di trascorrere la giornata in Garfagnana: lunghe code di auto e moto sin dalle prime ore del mattino sulla fondovalle

-

 

Un Ferragosto sottotono nel centro storico di Lucca. Pochi turisti, meno della metà degli scorsi anni lamentano i ristoratori e i negozianti del centro storico. Si tratta in prevalenza di italiani, di passaggio in città per la giornata e pronti ad esplorare altri paesi della Toscana nei giorni successivi. Quello di questa estate 2020 è un turismo per lo più mordi e fuggi, molto attento alle spese; qualche turista straniero c’è, arriva con la propria auto e soggiorna in ville e strutture fuori dal centro storico. Rispetto a giugno, quando c’era movimento solo nel weekend, luglio e agosto sono stati comunque mesi migliori, decisamente superiori a quanto si potesse immaginare una volta usciti dal lockdown. Questo il pensiero unanime di chi vive di indotto del turismo e che, in giornate come quella odierna, era comunque abituato a ben altri flussi. Pochi i lucchesi rimasti in città: vista la giornata festiva e le alte temperature, una lunghissima coda di auto e moto, fin dalle prime ore del mattino, si è impadronita della fondovalle per raggiungere varie località della Garfagnana e Val di lima. I ristoranti già da tempo hanno registrato il tutto esaurito. Tra le mete più apprezzate, oltre alle apuane e gli appennini, anche i tanti laghi artificiali presenti in Garfagnana.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.