Indicatore del Giannotti; una forma di cartello stradale risalente al 1830

LUCCA - Desta sempre molta curiosità e attenzione per via della sua strana forma e per la sua collocazione esattamente in mezzo a una biforcazione di strade. Ovviamente stiamo parlando del cosiddetto “Indicatore del Giannotti”.

-

 

L’indicatore del Giannotti fu posto e adagiato circa due secoli fa proprio all’ingresso di Borgo Giannotti che costituiva una delle più importanti aree commerciali collocato alle porte del centro storico lucchese. La struttura fu danneggiata nel 1960 da un camion. Smontato e messo in magazzino fu restaurato e riposizionato il 5 giugno del 2000 dall’amministrazione guidata da Pietro Fazzi. L’Indicatore testimonia l’antica tradizione della zona legata in modo evidente al passato di Lucca dettato da operosità e mercantilismo, che si è trascinato peraltro fino ai giorni nostri. La prima pietra dell’Indicatore fu posizionata intorno al 1830 e serviva ad indicare da una parte la via che portava a nord, verso Bagni di Lucca, Barga e la Garfagnana, e dall’altra quella per Camaiore e la zona della Versilia. Un monumento davvero singolare detto anche “Colonna Leopoldina”. Le sue misure sono notevoli: altezza di almeno 4,40 metri con la parte inferiore caratterizzata da una base che si sviluppa in un tronco di forma conica fino ad un rettangolo in pietra dove sono adagiate le piastre marmoree con le relative frecce di direzione. Sulla parte più alta troviamo il simbolo per eccellenza: una sfera metallica in ferro con un terminale a punta, sempre di metallo. Quello di Borgo Giannotti non è un esemplare unico: una serie di indicatori furono infatti collocati in tante aree della Toscana dall’allora Granduca nel periodo che va dal 1824 al 1859. Se vogliamo si trattava di una prima forma di cartelli stradali di quell’antica epoca risalente a quasi 200 anni fa. Attualmente ne rimangono solo 18 compreso quello di Borgo Giannotti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.