Armi e psicofarmaci, passi avanti in Parlamento dieci anni dopo la strage Gifas

MASSAROSA - Approvato in Senato l'ordine del giorno al decreto semplificazioni presentato dal senatore pentastellato Gianluca Ferrara  Le forze dell'ordine in collaborazione con le Asl potranno sequestrare subito ai pazienti con disturbi mentali le armi da fuoco senza attendere il rinnovo del porto d’armi.

-

“Si tratta di un passo molto importante” – ha spiegato Ferrara – “per passare dalle parole ai fatti nella prevenzione delle tragedie della follia come quella avvenuta a Piano del Quercione 10 anni fa.” Il 23 luglio del 2010 la ditta Gifas Elettrics di Massarosa fu teatro di un cruento omicidio che distrusse tre famiglie in un giorno. Paolo Iacconi, 51 anni, uccise due dirigenti dell’azienda massarosese  e per poi togliersi la vita. L’uomo era stato licenziato pochi mesi prima.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.