Il dottore delle emergenze Barbacci va in pensione: “Sul Covid serve responsabilità e buon senso”

VIAREGGIO - Venerdì scorso è stato l'ultimo giorno di lavoro al pronto soccorso dell'ospedale Versilia per il dottor Gino Barbacci 65 anni, che dal primo novembre prossimo andrà in pensione.

-

Originario di Ortonovo, ma viareggino di adozione, è diventato medico in quanto, sia il padre, che il nonno erano medici radiologi, ma lui ha scelto la specializzazione in chirurgia. In prima linea al pronto soccorso da anni si è dovuto interfacciare con diverse emergenze, che gli hanno lasciato il segno, come la notte della strage ferroviaria del 29 giugno 2009, oppure qualche anno prima la mattina in cui arrivò gravemente ustionato Matteo Valenti, Barbacci ha vissuto anche l’esperienza dell’alluvione in Alta Versilia del 1996.

Ricorda poi anche qualche personaggio famoso che ha avuto bisogno delle cure dei sanitari del pronto soccorso del Versilia. Adesso avrà il tempo per fare il nonno.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.