Inaugurato il Sentiero della Capriola a Poggio in Garfagnana

CAMPORGIANO - Con l’inaugurazione avvenuta nei giorni scorsi è stato festeggiato il recupero del sentiero che porta sulla cima del “Colle della capriola”. La Capriola è la collina rocciosa alle spalle della frazione di Poggio nel comune di Camporgiano.

-

 

In nel passato probabilmente hanno avuto origine i primi insediamenti abitativi e anche difensivi del paese.l paese, formatosi, sul lato di levante del colle della Capriola, oggi come un tempo, sorge in prossimità di una diramazione di antiche vie preromane e romane, diventate poi fondamentali per lo sviluppo dei paesi della Garfagnana, fondati sulla riva destra del Serchio e per questo il colle era un luogo strategico; sulla sua cima  sono state scoperte anche tracce di un primo insediamento celtico dei Liguri Apuani. Per gli abitanti del Poggio comunque, la Capriola è  un luogo simbolo e punto di riferimento anche per le piccole o grandi cose che caratterizzano questa comunità,  tant’è che così si chiama anche la locale squadra di calcio amatori. E’ stato possibile recuperare il sentiero, grazie al PSR Regionale finanziato dalla Comunità Europea, con fondi che sono stati richiesti ed ottenuti dal Comune di Camporgiano. Il tracciato appena inaugurato rappresenta ora un ulteriore offerta turistica e di valorizzazione del territorio:

Il sentiero inizia dopo l’attraversamento della bella frazione del Poggio e si snoda tra varie essenze botaniche, boschi di conifere e panorami meravigliosi; in meno di mezz’ora si raggiunge la cima della collina dove un tempo sorgeva anche la Rocca della Capriola, un castello eretto nel Medioevo, di cui purtroppo oggi restano solo delle tracce. La cima si guadagna comunque attraverso un percorso  molto curato, abbellito ed incorniciato, oltre che messo in sicurezza, da 500 metri di palizzate e arricchito da varie piazzole per ristoro . In una di queste,  più ampia, è possibile accendere anche il fuoco per un pasto dunque meno frugale, con tanto di barbecue. I lavori, che hanno visto un investimento di 124.000 euro, sono stati eseguiti dalla coop La Rocca sul progetto di arch Domenico Davini e hanno interessato un area di oltre 5000 mq

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.