Mover: 24 milioni dalla sosta in cinque anni

VIAREGGIO - On line il primo bilancio sociale della società Mo.Ver. Una pubblicazione nella quale si rende conto ai cittadini, nell’ottica della trasparenza, di ogni aspetto connesso alla gestione amministrativa e all’attività realizzata dalla società partecipata al 60% dal Comune di Viareggio nel quinquennio 2015-2019.

-

Dopo una descrizione della compagine aziendale, della dotazione organica, del sistema dei valori che guidano gli amministratori, viene fornita una lettura semplificata dei bilanci economico-finanziari approvati nei cinque anni.

Il primo dato che salta agli occhi è come dei 24 milioni di euro ricavati complessivamente dalla gestione della sosta a pagamento, solo 552.000 euro, il 2% del totale, provengono dalle autorizzazioni rilasciate ai cittadini residenti sul territorio comunale. Il resto dai turisti e più in generale, dai non residenti a Viareggio.

Inoltre, circa la metà dei ricavi, 11.500 euro, “tornano” ai cittadini sotto forma di servizi per la collettività (ogni anno infatti Mo.ver. versa alle casse comunali il 5% dei propri ricavi che il Comune impiega per la gestione dei servizi erogati ai cittadini) e come lavori pubblici (rifacimento di strade e marciapiedi, manutenzione della segnaletica stradale, messa in sicurezza della viabilità).

Sono 9.400 gli stalli a pagamento gestititi da Mo.ver., a cui si aggiungono altri 1.450 attivi nel periodo estivo. Molte sono le innovazioni introdotte in questi anni per facilitare il pagamento della sosta per cittadini e turisti: l’istallazione di 25 parcometri di ultima generazione presso cui è anche possibile rinnovare l’abbonamento mensile senza dover recarsi agli uffici di via Regia; il potenziamento dell’applicazione, la Mo.ver. Viareggio App, che consente di pagare la sosta per mezzo dello smartphone; l’introduzione del “borsellino elettronico” attraverso il quale gli albergatori associano il proprio permesso per la sosta alle automobili dei clienti. La parte centrale del bilancio sociale è dedicato alle attività realizzate in questi anni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.