Nautica apripista del rilancio turistico

VIAREGGIO - L’emergenza sanitaria ed economica dovuta al coronavirus ha messo il settore di fronte a nuove sfide, ma anche nuove opportunità. Mancano però le occasioni per la contrattualistica e il comparto freme per tornare al più presto ad esporre progetti e servizi nei grandi saloni

-

I mega yacht e in generale la nautica da diporto potrebbero diventare apripista per la rimessa in moto dell’intero comparto turistico a livello nazionale. L’emergenza ha posto il settore di fronte a nuove sfide, ma anche nuove opportunità che, secondo il direttore di Navigo Pietro Angelini i professionisti stanno imparando a cogliere. La barca è un oggetto libero che dà la possibilità in modo sicuro di spostarsi e su questi pochi elementi basilari si giocano le opportunià future.

Mancano però le occasione per la contrattualistica e il comparto freme per tornare al più presto ad esporre progetti e servizi nei grandi saloni. Intanto a Viareggio è confermato, a novembre l’appuntamento con Yare, che vede la partecipazione di comandanti da tutto il mondo. L’evento business, alla sua decima edizione, sarà completamente rivisto a causa delle restrizioni, potrebbe essere, secondo Angelini, occasione di ulteriore crescita.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.