Pompe in azione per rimuovere i liquami dai canali viareggini

VIAREGGIO - Una settimana dopo la rottura della fognatura nera, questa è ancora la situazione ripresa dall'alto ad alcuni residenti della zona della Migliarina. Le acque dei canali intorno al Consorzio di bonifica sono ancora scurissime, segno che i reflui fuoriusciti sono ancora lì presenti.

-

La tubazione di 40 cm si è danneggiata mercoledì 26 agosto. I liquami, sostanze organiche ma anche chimiche, hanno invaso rapidamento i fossi raggiungendo la vasca di scolo consortile. Il peggio è stato evitato per fortuna: nonostante le piogge abbondanti del fine settimana, si è riusciti a contenere i reflui ed evitare che raggiungessero il mare. Ma restano ancora lì, tra la preoccupazione dei residenti della zona di confine tra Viareggio e Massarosa.

Gaia, che gestisce il servizio idrico e i depuratori, nei giorni scorsi in accordo con Arpat e con la Bonifica, ha aspirato le acque con autospurgo, apparentemente senza grandi risultati.

Al momento i tecnici stanno valutando le acque superficiali all’interno dei canali. E’ stata installata una pompa e una tubazione di mandata per aspirare le acque inquinate per reimmetterle nella fognatura nera all’interno del pozzetto più vicino.

L’ultimo passaggio, fa sapere ancora Gaia, sarà l’immissione di acque pulite nella rete di bonifica, dal punto dell sversamento, per pulire l’intero tratto interessato dalla contaminazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.