Salvini, minitour elettorale tra Barga e Lucca

LUCCA - Nuovo minitour elettorale di Matteo Salvini in provincia di Lucca, per spingere la candidata alla presidenza Susanna Ceccardi. Prima tappa a Barga, proprio "a casa del nemico", il senatore Andrea Marcucci.

-

In Piazza Pascoli non c’è il tutto esaurito ma per il Capitano in Valle del Serchio si sono dati appuntamento almeno 500 persone. Pochi accenni fugaci a Marcucci. Salvini e Ceccardi tornano invece a martellare sui temi regionali: i rifiuti, la cui gestione in Toscana, dicono, è deficitaria perché non si è chiuso il cerchio dello smaltimento con i termovalorizzatori. E poi la sanità e le infrastrutture.

Subito dopo la squadra leghista, tra gli altri ci sono anche i candidati consiglieri Baldini e Montemagni, si trasferisce a Lucca, in piazza San Giusto, dove all’arrivo c’è un caloroso saluto con l’ex presidente del senato Marcello Pera. Qui c’è molta meno gente rispetto a Barga, non più di duecento persone. Ma a chi glielo fa notare Salvini risponde così.

Anche qui Ceccardi e Salvini parlano della mancanza delle infrastrutture, soprattutto quelle per la viabilità.
A livello nazionale il Capitano attacca a fondo sul tema scuola. “Mancano le insegnanti, i misuratori di febbre, le mense. Se la ministra Azzolina non è capace – dice – si dimetta e vada a casa”.  E in Toscana il leader della lega vede la possibilità di una vittoria storica.

Alla fine selfie con tutti i fans. Poi subito via a Pistoia, con l’ultimo appuntamento del tour in serata di nuovo in provincia di Lucca, a Forte dei Marmi, per un incontro con i balneari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.