Scuola verso la riapertura, ma troppi nodi irrisolti

VIAREGGIO - Sono ancora troppi i nodi da sciogliere a ormai pochissimi giorni dall’inizio dell’anno scolastico. Ma è un male comune e ormai importante è iniziare. Le criticità si affronteranno con il tempo.

-

Sono ancora troppi i nodi da sciogliere a ormai pochissimi giorni dall’inizio dell’anno scolastico. Ma è un male comune e ormai importante è iniziare. Le criticità si affronteranno con il tempo. Questo lo stato d’animo con cui presidi e insegnanti si preparano al nuovo inizio. Per le scuole professionali, però, che alla teoria affiancano l’attività pratica, le cose si complicano. Come ad esempio per l’alberghiero Marconi di Viareggio che solo da ottobre dell’anno scorso può disporre dei nuovi laboratori provvisori nelle strutture del Fienile e dell’Hotel Spinelli in attesa che venga realizzato il nuovo edificio progettato dalla Provincia di Lucca. Ma il lockdown, nel frattempo, ha complicato le cose e il secondo spazio, al momento non è più disponibile.

La Provincia nel frattempo assicura il suo ompegno a trovare la quadra entro poche settimane, recuperando l’accordo con l’hotel oppure trovando altre soluzioni visto che altri soggetti privati – fa sapere – si sono resi disponibili a mettere a disposizione i propri spazi.

La preoccupazione principale rimane quella legata al trasporto pubblico. La metà degli studenti del Marconi, infatti, viene da fuori città. Riusciranno a recarsi a scuola?

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.