Il FC Lucca ha scavato un abisso

CALCIO ECCELLENZA - Ora sono addirittura 17 i punti di vantaggio sulla Massese, bloccata in casa da un ottimo Lammari. Pari interno della Fortis (2-2) con l’Albinia. Crolla il PietrasantaMarina di fronte al forte Pisa SC.

-

17 punti, dicesi 17, di vantaggio. Un divario enorme, quasi un abisso divide il FC Lucca dalle inseguitrici, la prima delle quali rimane la Massese e, virtualmente, anche il Ghivizzano che ha gia’ osservato il proprio turno di riposo. Anche nel nuovo anno la capolista non si smentisce andando a cogliere la nona vittoria esterna in rimonta sul campo del Santa Maria Montecalvoli. Vero che la compagine pisana era, e resta, il fanalino di coda ma spesso queste sono le gare piu’ complicate. La squadra di Lazzini ha denotato personalita’ e risorse tecniche che in categoria non hanno eguali. Stavolta e’ stato il giovane rampollo Petroni a cavare le classiche castagne dal fuoco, dopo l’improvviso vantaggio locale firmato da Mandorlini. Due zampate pregevoli, soprattuto la seconda, con una girata da giocatore vero. Neppure il tempo di archiviare un campionato probabilmente gia’ archiviato, che il FC Lucca scendera’ di nuovo in campo mercoledi’ prossimo nella gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia contro il Pisa SC. al Porta Elisa Una giornata che ha messo in evidenza il Lammari. La squadra di Fracassi ha sfiorato il colpaccio a Massa. In vantaggio con una rete di Gronchi al quarto d’ora dela ripresa, i capannoresi sono stati raggiunti in pieno recupero da Kabashi. Il tutto in una domenica condita anche dal 2 a 2 interno della Fortis con l’Albinia e dalla secca sconfitta interna patita al XIX settembre dal PietrasantaMarina ad opera del forte Pisa SC.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento