Salvare il festival Pucciniano

VIAREGGIO - Un’azione concertata tra le istituzioni del territorio per salvare il Festival Pucciniano. E’ questa la strategia emersa al termine del confronto tra le istituzioni.

-

Un’azione concertata tra le istituzioni del territorio per salvare il Festival Pucciniano. E’ questa la strategia emersa al termine del confronto tra Comune di Viareggio, Provincia, parlamentari e Fondazione Festival per evitare la scomparsa della manifestazione di Torre del Lago, che nel corso delgi anni ha portato spettacoli di grandissimo spessore nei luoghi prediletti da Giacomo Puccini.
Il festival, che è in pericolo per problemi economici, in particolare la sproporzionata contrazione dei contributi ministeriali. La Fondazione beneficiava infatti nel 2007 di contributi statali per un milione e 300mila euro. Nel 2011 il finanziamento è calato a 587mila euro, meno della metà. Proprio mentre sul bilancio pesano ancora i costi relativi alla realizzazione del nuovo teatro, inaugurato nel 2008.
E’ chiaro che gli enti locali da soli non possono farcela a salvare il Festival. Il Presidente della Provincia Baccelli ha quindi sottolineato come sia indispensabile un’azione corale nei confronti del Governo da compiersi attraverso una strategia concordata tra Comune, Provincia e Regione Toscana. I parlamentari, dopo aver già compiuto diversi interventi conoscitivi, hanno dato la loro disponibilità a premere sul governo.
Il sindaco di Viareggio Lunardini ha annunciato che il Comune ha aumentato il proprio contributo, portandolo da 350mila a un milione di euro. Uno sforzo che rimarrà inutile, ha però detto il sindaco, se non si risolverà la crisi di maggioranza ed il consiglio comunale non approverà il nuovo finanziamento.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento