Fanini denuncia il doping genetico

CICLISMO - Ancora una pesante accusa da parte del patron di Amore & Vita che da anni si batte contro il doping. Starebbero circolando sostanze assimilabili ad un doping genetico difficile da rintracciare ai controlli antidoping.

-

15_4_12__ivano_fanini.jpg

Nel sempre discusso mondo del ciclismo ci sarebbero in circolazione nuove sostanze in grado di combinare Epo e GH, l’ormone della crescita, e di non risultare visibile ai controlli. Lo afferma Ivano Fanini, patron di Amore & Vita, da anni in prima linea nella lotta contro il doping. Inoltre il dirigente lucchese sostiene che ormai siamo davvero vicini al “doping genetico” che avra’ terreno fertile se al piu’ presto non inizieranno controlli a sorpresa anche durante la fase di preparazione degli atleti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento