“Tra le righe di Barga”, torna dal 19 al 22 luglio

BARGA - Per la sesta edizione del festival letterario "Tra le righe", arriveranno Beppino Englaro, il magistrato Rosario Priore e i giornalisti Caporale e Ronzano. Il nuovo logo del festival è stato disegnato da Antonio Possenti.

-

Un lettore di un libro di carta, che galleggia su una barchetta in un mare di righe. E’ in questo modo che il Maestro Antonio Possenti, racconta il logo appositamente creato per il festival “Tra le righe di Barga”. Da quest’anno l’evento letterario dell’estate barghigiana, sarà rappresentato dalla fantasia di Possenti, che ha accolto volentieri l’invito del sindaco di Barga Marco Bonini e dell’assessora alla cultura Giovanna Stefani. La sesta edizione del festival inizierà il 19 luglio con Beppino Englaro, papà di Eluana, morta il 9 febbraio 2009. Englaro presenterà il suo libro “La vita senza limiti”, che accenderà il dibattito sul tema della libertà di morire dignitosamente. Nell’atrio del palazzo comunale arriveranno poi il magistrato Rosario Priore, che parlerà delle sue inchieste sui misteri italiani irrisolti e il giornalista di Repubblica Antonello Caporale, con il suo libro sullo sviluppo dell’eolico nell’Italia del Sud. Infine, il giornalista della Bbc di Londra Alvaro Ranzoni, racconterà l’incredibile scoperta degli affreschi di Raffaello ritrovati sotto il gesso delle pareti di una casa di Civitavecchia. Il festival si svolgerà dal 20 al 22 luglio, in collaborazione con la libreria Poli e – novità di quest’anno – la Ubik di Lucca, il giornaledibarganews.com e con l’organizzazione di Prospettiva Editrice.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento