“L’impianto non è norma”, il comitato lancia l’allarme

LUCCA - I due impianti di termovalorizzazione che dovrebbe partire a San Marco dal prossimo 12 luglio non sono pienamente in regola. a dirlo è il comitato aria pulita.

-

Le osservazioni che il comitato ha presentato all’assessore provinciale all’ambiente Cavallaro e all’assessore Pellegrini del Comune di Lucca sono due: la mancata realizzazione dell’impianto di cogenerazione prevista dalla legge e l’altezza delle ciminiere per lo smaltimento dei fumi. A Lucca al momento sono state presentate le richieste per la realizzazione di tre impianti: i primi due costruiti uno accanto all’altro nella frazione di San Marco, sono pronti per partire, l’altro quello di san Pietro a Vico per il momento esiste solo sulla carta e per su cui è stato fatto un ricorso al Tar dai cittadini. Due operazioni di pura speculazione energetica, secondo il comitato. Un primo risultato i comitati però lo hanno ottenuto. Sia la Provincia che il Comune si sarebbero detti disponibili a proporre una moratoria per evitare che dopo queste tre strutture di termovalorizzazione a Lucca ne sorgano di nuove.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento