Poste, si muove anche la Regione

FIRENZE - Dopo la forte presa di posizione di Provincia di Lucca, sindaci e rappresentanti sindacali contro la chiusura degli uffici postali, anche il governatore Enrico Rossi sollecita l'azienda a percorrere altre strade.

-

“Troviamo insieme una soluzione per gli uffici postali nei piccoli centri della Toscana che rischiano di chiudere”, ha scritto Rossi in una lettera inviata a Massimo Sarmi, ad di Poste Italiane. Il 18 ottobre la Regione incontrerà i rappresentanti dell’ente e Rossi ha rinnovato disponibilità e impegno della Toscana a costruire delle alternative al programma di chiusure che, pur nel rispetto delle esigenze di riorganizzazione dell’azienda, consenta di mantenere l’apertura di servizi essenziali per la popolazione. In provincia di Lucca il piano di Poste italiane prevede la chiusura di 22 sportelli e la perdita di 70 posti di lavoro.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento