Tassa di soggiorno da 1 a 3 euro

LUCCA - Alla fine i turisti pagheranno la tassa di soggiorno anche negli alberghi lucchesi. L’introduzione dell’imposta è stata decisa dalla giunta municipale. L’importo sarà proporzionale ai prezzi applicati dagli albergatori.

-

La tassa di soggiorno arriva anche negli alberghi di Lucca. Entrerà in vigore dal 1 di aprile e avrà importi variabili da 1 a 3 euro. La delibera per la determinazione delle misure d’imposta è stata approvata dalla Giunta municipale. In sostanza, la tassa sarà applicata proporzionalmente ai prezzi di soggiorno decisi dagli albergatori, a persona e per pernottamento, al netto di IVA e di eventuali servizi aggiuntivi.
Ecco le fasce di prezzo e il relativo importo della tassa, individuati dal regolamento. Da 1 a 29,99 euro l’imposta è pari a 1 euro; da 30 euro a 69,99 euro la tassa è di 1 euro e mezzo; da 70 a 99,99 euro l’imposta risulta di 2 euro; da 100 a 129,99 euro la tassa si attesta a 2 euro e mezzo, da 130 euro in poi l’imposta è di 3 euro.
“La delibera nasce da un lungo percorso condiviso con le associazioni di categoria del nostro territorio – ha detto l’assessore al Turismo, Patrizia Favati – Ciò che emerge nel documento è stato preventivamente concordato, come la decisione di individuare l’importo della tassa in base alle fasce di prezzo e non alle stelle attribuite all’esercizio alberghiero”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento