Bimbe abusate e maltrattate

PIANA DI LUCCA - Lo zio avrebbe abusato sessualmente di loro, lui e la mamma le avrebbero maltrattate, utilizzando anche una pistola ad aria compressa. E’ davvero terribile la storia che vede protagoniste due sorelline.

-

Al termine di una delicata e serrata indagine durata più di un mese, la polizia di Lucca ha eseguito due misure cautelari coercitive del divieto di avvicinamento, disposte dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti della mamma e dello zio delle due bambine. A chiedere l’intervento della Squadra Mobile era stato il padre delle piccole che dopo la separazione dalla moglie aveva segnalato possibili abusi a carico delle figlie. Le indagini, supportate da accertamenti sanitari e da colloqui protetti, hanno permesso di accertare il sospetto che le minori sono state oggetto di ripetuti abusi sessuali da parte di un parente, in ciò agevolato dal mancato impedimento da parte della madre consapevole. Le indagini hanno anche dimostrato reiterati episodi di maltrattamenti cui i due sottoponevano le bambine e nel corso di una perquisizione, gli agenti hanno rinvenuto una pistola ad aria compressa che dai racconti protetti delle bimbe veniva utilizzata per sparare loro addosso dei pallini di plastica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento