Segnali di ripresa per l’industria

PROV. LUCCA - Dopo 18 mesi consecutivi si respira: l’industria della provincia di Lucca interrompe la flessione produttiva e di fatturato e registra un lieve miglioramento nel clima di fiducia delle imprese.

-

Il dato arriva dall’indagine congiunturale condotta da Camera di Commercio e Assindustria nel secondo trimestre del 2013.
Rispetto a un anno fa, la produzione manifatturiera registra il +0,2% contro il -1,8 della Toscana; per il fatturato +0,3 contro il -3 della media toscana.
Andando nel dettaglio la nautica guida i settori in ripresa con il +21,3% della produzione; bene anche il tessile, abbigliamento, calzature (+7%), l’elettronica (+4,7%) e la carta (+2,5%).
Segno meno, invece, per metalmeccanica ( flessione del 7,5%), marmo (-4,7%) e comparto alimentare (-4,8%).
“Abbiamo un altro elemento confortante – sottolinea la presidente degli industriali Cristina Galeotti -. La maggior parte degli imprenditori intervistati prevede per i prossimi mesi un miglioramento. La nota stonata arriva dall’eccesso di capacità produttiva che ha comunque portato alla ristrutturazioen degli organici con il raddoppio, nei primi 8 mesi dell’anno, della richiesta di cassa integrazione ordinaria”.
Il presidente della Provincia Baccelli punta sul clima di fiducia: “Non sappiamo se siamo usciti dal tunnel, ma sicuramente questi dati sono una boccata di fiducia di cui tutta l’economia locale ha bisogno”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento