Scuola, le precarie incontrano il ministro Giannini

PIETRASANTA - Alla fine c'è stato alla Versiliana l'incontro tra il ministro all'istruzione Stefania Giannini e le insegnanti lucchesi.

-

Alla fine c’è stato alla Versiliana l’incontro tra il ministro all’istruzione Stefania Giannini e le insegnanti lucchesi, estromesse dalla possibilità di avere incarichi dall’invasione in graduatoria di precari provenienti in particolare dal sud.
Al termine dell’incontro al Caffè, trasmesso anche da NoiTv, un gruppo di insegnanti ha parlato per alcuni minuti con la ministro, esponendogli la questione, che si sta verificando anche in altre città italiane.
La Giannini ha risposto affermando che in effetti si stanno verificando situazioni anomale nelle graduatorie come a Lucca e Torino, ma questi fenomeni riguardano eventualmente la Procure delle città dove saranno presentate denunce.
Una risposta non soddisfacente per le precarie che, chiedevano invece un intervento del governo.
Gli esposti alla Procura le èpresenteremo, hanno aggiunto le insegnanti, ma i controlli sui punteggi dovrebbero essere fatti subito all’inserimento nella graduatoria non al momento del ruolo dopo anni di servizio.
E sempre le precarie lucchesi hanno ricordato il recente caso di un paese di Foggia, dove le aspiranti insenganti pagavano anche 13mila euro i titoli per arrivare in graduatoria.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento