Betti chiede le dimissioni di tutti i suoi nominati

VIAREGGIO - Mossa a sorpresa del sindaco che, a fronte di quanti chiedevano le sue dimissioni, ha richiesto le dimissioni di tutta la sua squadra di governo, comprese le cariche all'interno delle società partecipate.

-

La risposta a quanti, da mesi, chiedevano al sindaco di Viareggio un azzeramento della squadra di governo, anche attraverso le sue dimissioni, è arrivata alla vigilia del consiglio comunale in cui si dovrà approvare il dissesto dell’ente. Ma Betti ha in qualche modo spiazzato tutti: il sindaco ha infatti inviato una lettera a tutti gli assessori e i componenti delle società partecipate nominati dal sindaco in cui chiede le loro dimissioni. Superfluo sottolineare che in caso di mancata consegna, verranno attivate le procedure per la rimozione coatta. Un atto forte, molto più che non le dimissioni del primo cittadino come spiegato da Betti.
Betti ha ribadito per l’ennesima volta che non si dimetterà mai e che quanti hanno in progetto una mozione di sfiducia nei suoi confronti, dovranno poi fare i conti con la città di Viareggio quando non ci sarà più un sindaco in grado di reperire risorse per la vita della comunità. Forte della relazione del MEF, Betti ha nuovamente affermato che le responsabilità del dissesto del Comune sono da ricercare in chi ha gestito il bilancio del comune nella passata amministrazione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento