Campo di Marte, la Regione si accontenta di dieci milioni

LUCCA - E' stato raggiunto un accordo per diminuire a meno di 10 milioni di euro la cifra che la Regione dovrà incassare dalla vendita dell'ex ospedale Campo di Marte di Lucca. Lo ha annunciato a 'Buongiorno con Noi' il presidente della commissione regionale sanità Marco Remaschi.

- 3

L’intesa sarà ufficializzata nelle prossime settimane. La cifra iniziale richiesta da Firenze, per ricoprire la spesa di realizzazione del San Luca, era di 23 milioni. Una somma assolutamente non più realizzabile, visto anche il crollo del mercato immobiliare degli ultimi anni. Anche per questo la Regione si è convinta a rivedere l’accordo del 2004, accontentandosi di meno della metà di quanto stabilito, cioè circa 10 milioni.

La nuova intesa dovrebbe consentire scelte meno vincolate all’urgenza di ‘fare cassa’ per il recupero dell’area del Campo di Marte, al di là della realizzazione della Cittadella della Salute.

Sulla Valle del Serchio, Remaschi ha detto che, in attesa del nuovo ospedale è necessario continuare ad investire sui presidi attualmente esistenti di Barga e Castelnuovo e per farlo è necessario abbandonare logiche campanilistiche.

Infine, sul proprio futuro, Remaschi ha confermato che il Partito Democratico gli ha chiesto la disponibilità per continuare con la propria attività in Regione. Oltre il consigliere non si è sbilanciato, ma a questo punto, in caso di vittoria elettorale, appare possibile un suo ingresso nella giunta del secondo mandato di Enrico Rossi.

 

Commenti

3


  1. Ci si “accontenta” di meno di 10 mln per una cospicua cubatura in zona vista mura completamente recintata atta ad essere modificata in residence di lusso o in strutture ricettive a 5 stelle? Ma me lo hanno chiesto a me se mi devo accontentare? Che si fa, chiedo se la regione si “accontenta” del 50% del bollo della mia auto?


  2. meno della meta’ ….. “UN SUCCESSO!”


    • mi associo e trovo molto coretta l’analisi, del resto le close area per ricchi, vedono una grandissima espansione oggigiorno.

Lascia un commento