Meningite, fuori pericolo la giovane ricoverata a Pescia

LUCCA - E' fuori pericolo l'impiegata lucchese di 27 anni ricoverata all'ospedale di Pescia per un'infezione da meningococco c.

-

pescia

Dopo una prima fase di stabilizzazione, le condizioni della giovane da ieri sono iniziate a migliorare. La ragazza si trova ancora nel reparto di rianimazione ma non è più intubata.

Intanto la Regione ha annunciato che lunedì prossimo saranno approvate le misure per prevenire la diffusione del meningococco C in Toscana. Queste le disposizioni previste per tutte le asl toscane. La novità principale riguarda l’offerta non solo gratuita ma anche attiva del vaccino antimeningococco C a tutti i ragazzi tra gli 11 ed i 20 anni di età. Offerta attiva significa che i ragazzi saranno contatti direttamente dalle Asl. Inoltre, è prevista l’offerta gratuita del vaccino a quanti, nella fascia di età 21-45 anni, hanno frequentato le comunità in cui si è verificato un caso di meningite da meningococco C. Sempre nella fascia di età 21-45 anni, per tutto il 2015 il vaccino sarà disponibile gratuitamente per chi lo richiederà, nelle Asl in cui si è verificato un caso di meningite C. Il vaccino in questione è quello tetravalente, cioè valido per i ceppi A, C, W, Y. Sarà possibile vaccinarsi negli ambulatori pubblici e dai medici e pediatri di famiglia.

La Regione ha inoltre reso noto che dall’inizio dell’anno si sono verificati in Toscana 16 casi di meningite c, 4 dei quali mortali (3 ad Empoli e 1 a Montevarchi). Rispetto al passato, si legge nelle nota della Regione, c’è un aumento dei casi da meningococco C, e le analisi hanno rilevato la presenza di un ceppo particolarmente virulento della malattia.

Per tutte le informazioni, conclude la Regione, i cittadini possono rivolgersi alla propria Asl di appartenenza.

 

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento