Viareggio, una lite per soldi alla base dell’omicidio in Darsena

VIAREGGIO - E' stata una lite per soldi a scatenare la furia di Nicola Guidotti, 59 anni, il ristoratore che sabato ha ucciso il fratello Mario, 51 anni, freddandolo con quattro colpi di pistola in Darsena a Viareggio.

-

Queste risulterebbe dalle testimonianze raccolte dalla polizia, impegnata a chiarire ogni minimo dettaglio di quanto accaduto sabato scorso. I due fratelli avevano rapporti burrascosi già da parecchio tempo. In particolare, secondo le indiscrezioni riportate dai quotidiani, Nicola, il maggiorenne, rimproverava a Mario di non sapersi gestire economicamente e sospettava che fosse il responsabile di un ammanco di cassa al ristorante ‘Mezzo Marinaio’, che gestivano insieme.

Intanto Nicola Guidotti è stato interrogato in carcere. Al termine il suo avvocato Massimo Landi ha dichiarato: che “si è trattato di  un interrogatorio lungo e sofferto durante il quale Nicola ha ripercorso una vita di esasperazione, purtroppo conclusasi con la tragedia che tutti sappiamo”.

Martedì è fissata all’obitorio dell’ospedale Versilia l’autopsia sul corpo di Mario Guidotti, dopodiché potrà essere fissato il funerale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento