Jasinska le stacca tutte e trionfa al Giro di Toscana

CICLISMO - La campionessa polacca vince di forza la tappa che portava le cicliste da Lucca a Capannori. Azione decisiva sul temuto e durissimo Valgiano. Alle sue spalle Valentina Scandolara e la Santesterban. Tappa caratterizzata in avvio anche da un violento temporale.

-

 

Pioggia battente sul 20° Giro di Toscana. La frazione decisiva, da Lucca a Capannori, scatta ufficialmente alle 13,30. 111 le atete rimaste in gara con l’olandese Annemiek Van Vleuten in maglia rosa. La tappa propone subito delle difficoltà con la salita fino a Segromigno Monte posta a soli 11 km dalla partenza. Il resto lo fa pioggia a tratti battente e condizioni climatiche da tregenda. Si creano così vari gruppeti e la selezione è notevole. Malgorzata Jasinska vivace in salita. Subito dopo parte la prima fuga di giornata  Anna Trevisi seguita da Natalia Boyarskaya con vantaggio massimo anche di 1’30”. Dietro si accende la battaglia in attesa del gran finale. Gara durissima: delle 111 partite da Lucca ne sono rimaste in corsa solo 71. Ora si entra in zona rossa, quella che non ammette distrazioni: 20 km finali da correre a tutta birra, centellinando le residue forze che possono far la differenza sulla breve ma difficile erta di Valgiano, posta ad appena 9mila metri dalla bandiera a scacchi. Attacco della salita che può decidere un Toscana davvero apertissimo. Il gruppo riassorbe le inseguitrici della Trevisi e della Boyarskaya ma andare a riprendere le prime due non sarà affatto semplice. Il gruppo ora è scatenato e riduce lo svantaggio. Davabti la Boyarskaya stacca la Trevisi mentre il plotone rinviene fortissimo. Jasinska e Santesteban escono di prepotenza e si riportano sulla Boyarskaya. 18″ il vantaggio del terzetto sul gruppo. Sulla ripida discesa parte Valentina Scandolara che rientra sulle prime. Il gruppo veleggia a circa 20″. Si profila una volata a quattro. Ma la Jasisnka non ci sta e attacca ancora ai -5. L’azione della polacca è irresistibile. Marlgorzata Jasinska vince la tappa e si aggiudica anche il 20° Giro della Toscana. Un anno dopo la polacca, seconda per un misero secondo nel 2014 alle spalle della Olds, può celebrare il proprio trionfo e proporsi tra le più accreditate anche in vista del prossimo campionato del mondo, secondo la migliore tradizione del Toscana di patron Burnello..

Lascia per primo un commento

Lascia un commento