Castelnuovo, due colpi per tornare grande. Dopo Nardi ecco Cecchini

CALCIO PROMOZIONE - Il Castelnuovo ha ingaggiato il centrocampista Giacomo Cecchini (nella foto) dal Ghiviborgo. Un altro bel colpo della società gialloblu che aveva già chiuso per il centravanti Francesco Nardi. Nasce una squadra con discrete ambizioni per il neotecnico Edoardo Micchi. Pennucci in bilico mentre Alfredini può tornare.

-

 

Lasciatosi alle spalle un campionato ricco solo di delusioni il Castelnuovo va alla ricerca della grandeur perduta da qualche anno. La blasonata compagine garfagnina annaspa infatti ormai da quel fatidico 2008 tra Eccellenza e Promozione. Il pubblico e i tifosi non hanno mai perduto la passione e la volgia di ritrovare un Castelnuovo a livelli più consoni alla sua storia, soprattutto di questi anni duemila. La realtà però non è facile e pur con tutta la buona volontà del presidente Andrea Baiocchi, tornare in auge non è affatto semplice. Affidata la conduzione tecnica ad una bandiera amatissima come Edoardo Micchi, ora il problema è quello di allestire una squadra competiiva, in grado di ben figurare nel prossimo campionato di Promozione. Anzi diremo di più, i gialloblu hanno il dovere di essere protagonisti ai vertici. In tale ottica il DS Massimo Valiensi ha chiuso due colpi importanti: Sono arrivati il centravanti Francesco Nardi, 31 anni, dalla Cuoiopelli e il centrocampista Giacomo Cecchini, 23 anni, dal Ghiviborgo dov’è rientrato per fine prestito Antony Alfredini che però potrebbe tornare in Garfagnana. Da verificare la voglia e la convinzione di continuare almeno per un’altra stagione di Cristian Pennucci, altro elemento storico degli ultimi tre lustri. Da valutare con attenzione anche la scelta dei fuoriquota che nel prossimo campionato saranno due ’97 e un ’98. Restano anche i due portieri Gonnella e il promettente Matteo Satti. Lo zoccolo duro a disposizione di Micchi sarà invece formato dai vari Tolaini, Picchi, Pieroni e Satti. Infine la preparazione dovrebbe iniziare il prossimo 8 agosto.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento