Trovati morti in casa i titolari de “L’antico sigillo”

LUCCA - Dramma in centro storico a Lucca. Due coniugi, Giuseppe Sartini, 69 anni, e la moglie Giuliana Nardini, 60 anni, sono stati trovati senza vita all'interno del loro appartamento in via Mordini a Lucca.

- 1

Dai primi elementi raccolti, i carabinieri ipotizzano che i due siano morti per aver ingerito una forte quantità di sonnifero. E, in attesa degli accertamenti, l’ipotesi che si sta facemdo strada è che si sia trattato di un gesto volontario.
I due erano i titolari del ristorante l’Antico Sigillo, in via degli Angeli, poco distante dalla loro abitazione. Da alcuni giorni il locale era chiuso per malattia, come indica un cartello sulla saracinesca abbassata.
Questa mattina la tragica scoperta. Alcuni amici di famiglia, preoccupati perchè la coppia non rispondeva più al telefono, hanno avvisato il 118 e i carabinieri. Che una volta procuratisi le chiavi dell’abitazione hanno trovato i due senza vita, a letto, in pigiama. Sul comodino di lei il blister di un potente psicofarmaco completamente vuoto. E sotto il letto i militari hanno trovato l’amato cagnolino della coppia anch’esso privo di vita. Forse anche lui ha ingerito qualcosa di letale.
Adesso dovranno essere l’autopsia e le analisi tossicologiche a chiarire con esattezza causa e ora dei decessi.
Come detto, i militari, anche se tutte le piste rimangono aperte, propendono per un gesto estremo compiuto volontariamente dalla coppia. Sugli eventuali motivi non ci sono certezze, anche perchè nell’abitazione, al momento, non sono stati trovati biglietti d’addio.
Di sicuro la scomparsa dei due ristoratori ha scosso la città.

Commenti

1


  1. Non credo si tratti di suicidio

Lascia un commento