Manuela Villa e Giandomenico Anellino incantano al Ciocco

BARGA - Grande successo ieri sera per il concerto che ha chiuso la terza edizione di Unplugged Festival d'Autore.

-

 

E’ stata la splendida voce di Manuela Villa, figlia dell’indimenticato Claudio, a chiudere la terza edizione di Unplugged Festival d’Autore nell’auditorium del Ciocco. Scelta non casuale perché in questi giorni ricorre un anniversario importante: i trent’anni dalla scomparsa del Reuccio, avvenuta nel febbraio 1987. Accompagnata dalla chitarra del direttore artistico del festival, Giandomenico Anellino, Manuela Villa ha interpretato alcune pietre miliari portate al successo dal padre: da “Granada” a “Arrivederci Roma” passando per “Marina”.

Per Unplugged un vero e proprio gran finale al termine di una rassegna dal grande successo di critica e pubblico che ha visto alternarsi sul palco dell’Auditorium affermati big della scena nazionale: Ron, Tiromancino e Gino Paoli.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento