Lucchese a Parma, sale la febbre del Tardini; Merlonghi il vice-Minga

CALCIO LEGA PRO - Mercoledì sera (ore 20,30) gara di andata dei quarti di finale dei playoff. I rossoneri sono chiamati ad una trasferta difficilissima sul campo di una delle grandi favorite per la serie B. Lopez deve fare a meno di Mingazzini e si gioca la carta-Merlonghi. Saranno quasi un migliaio i tifosi rossoneri al seguito.

-

Mingazzini pedala verso la gara di ritorno ? Chissà. Il Minga ci prova e farà di tutto per esserci ma intanto non sarà sicuramente del match di andata in programma mercoledì sera (ore 20,30) al Tardini di Parma. E’ l’attessisimo quarto di finale che mette di fornte una delle corazzate della Lega Pro e la Lucchese, autentica rivelazione anche in rapporto alle mille disavventure societarie e non solo vissute nel corso di una stagione lunghissima e ormai quasi estenuante. Evidente che le energie sono ridotte al lumicino, e questo vale per tutti, e che in tale frangente conteranno anche esperienza, abilità e quel pizzico di fortuna che non guasta mai. Altrettanto palese che sulla carta il Parma sia nettamente favorito: non bisogna dimenticare che quella parmense era squadra costruita per conquistare subito la serie B. Quasi una sorta di Davide contro Golia che però preferiamo glissare tanto che poi decide sempre il campo. Lopez deve fare a meno del Minga ma gli altri, anche se la rosa è piuttosto risicata, ci sono tutti. Probabile che il tecnico romano, che una volta esaurita la fase dei playoff dovrebbe mettere nero su bianco sulla sua permanenza a Lucca, rilanci Mario Merlonghi da titolare nel ruolo di mezzo destro e che per il resto lasci la solita grintosa e battagliera Lucchese. Quindi sul prato del Tardini questo il probabile schieramento col classico 3-5-2: Nobile in porta; Espeche, Dermaku e Capuano in difesa; Tavanti, Merlonghi, Bruccini, Nolè e Cecchini folta cerniera di centrocampo; De Feo e Fanucchi in attacco. Il pallone racconta che la Lucchese, che torna a Parma dopo 40 anni e sarà seguita e sostenuta da circa un migliaio di tifosi, è arrivata a giocarsi questo importante doppio confronto dopo aver eliminato Arezzo e Albinoleffe. Ad Arezzo, dopo la rete iniziale di Moscardelli i rossoneri risposero nella ripresa con l’uno-due firmato da Bruccini e Cecchini. E proprio il Brucc è diventato il vero autentico mattatore della post-season visto che con questa pennellata su punizione al 95esimo ha di fatto deciso le sorti del doppio confronto con l’Albinoleffe. Ora la storia continua. Chissà come finirà…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento