Torino, bambino di Camigliano ferito nella ressa di piazza San Carlo

TORINO -Minuti di panico anche per i sostenitori lucchesi della Juventus, giunti in buon numero in piazza San Carlo a Torino per assistere sul maxischermo alla finale di Champions League tra Real Madrid e Juventus. Tra di loro c'era anche Paolo Bertini, residente a Camigliano, arrivato a Torino con alcuni parenti. Suo figlio Tommaso, 12 anni, è rimasto lievemente ferito.

-

La gran parte dei feriti ha riportato tagli ai piedi e alle braccia, a causa dei cocci di bottiglia che si trovavano sulla piazza. Bertini, dirigente della squadra di pallavolo Nottolini di Capannori, riferisce della presenza di venditori abusivi di alcolici che hanno potuto agire liberamente, nonostante fosse stato annunciato che non potevano essere portare bottiglie di vetro in piazza. I controlli, insomma, non sarebbero stati afficienti.

Oltre a Tommaso Bertini, anche un altro lucchese è rimasto ferito. Un giovane di 28 anni che ha riportato traumi al torace e alla schiena. In piazza San Carlo c’era anche il consigliere comunale di Viareggio Rodolfo Salemi, che è riuscito ad evitare all’ultimo di essere travolto dalla folla. salemi ha comunque riportato contusioni ad un ginocchio e al torace.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.