Lucca, detenuto prende a pugni un agente di polizia penitenziaria

LUCCA - Un detenuto ha colpito con un pugno al volto un agente di polizia penitenziaria nel carcere di San Giorgio a Lucca. Il grave episodio è stato riferito dal segretario del sindacato Sappe Toscana, Pasquale Salemme.

-

Si tratta di un detenuto italiano che subito dopo conferito con il Comandante, nell’uscire dall’ufficio ha prima tentato di aggredire l’Agente di servizio ai cancelli  e poi ha aggredito un altro agente colpendolo con un pugno al volto. “Questa  – spiega Salemme – si aggiunge alle altre aggressioni subite dai colleghi qualche settimana fa e la cosa grave è che nessun provvedimento viene preso contro questi delinquenti che usano violenza: i responsabili di altri episodi di aggressione ad agenti anziché essere trasferiti sono ancora qui, e si fanno quasi vanto di non aver avuto alcuna punizione per quel che di grave hanno fatto. Queste tensioni sfiancano il Personale di Polizia Penitenziaria che ha già grossi problemi operativi, a cominciare dal sopperire alle problematiche del Nucleo traduzioni di Pisa con le unità del servizio a turno, alla mancanza di Sovrintendenti ed Ispettori, alla non rispondenza della tabella organica degli Agenti tra previsti ed effettivamente in servizio. Basta! Servono provvedimenti certi e concreti!”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento