Gioco d’azzardo: Lucca terza in Toscana per spesa pro capite

LUCCA - In provincia di Lucca si spendono in media 1.403 euro pro capite nel gioco d'azzardo. A rivelarlo sono i dati 2017 dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato. In Toscana siamo al terzo posto, di poco sopra la media che si attesta su 1.304 euro.

-

Il record spetta a Prato dove la spesa media sfiora i 3mila euro a persona. Anche se la punta massima si tocca a Montecatini dove si sfonda quota 6mila euro. Segue Massa-Carrara al secondo posto con 1.492.  La più virtuosa è Siena con appena 888 euro.

In Toscana, nel 2017 la raccolta di denaro da gioco è arrivata a 4,8 milioni di euro, con una vincita pari a 3,7 milioni di euro e una spesa di oltre 1 milione di euro. Numeri in crescita di anno in anno.

A livello regionale la prevalenza di giocatori patologici e problematici coinvolge dallo 0,5 al 7,6% della popolazione. I più vulnerabili sono gli adolescenti.  I maschi giocano in misura quasi doppia rispetto alle femmine. I giochi preferiti: Gratta&Vinci (66%), scommesse sportive (54%), biliardo e altri giochi di abilità (49%). SI gioca nelle ricevitorie, sale da gioco, bar e circoli (90,1%). Solo il 17% on line (17,7%).

Per invertire la tendenza la Regione Toscana ha lanciato la campagna di comunicazione “Quando la vita è un gioco è in gioco la vita”. Un messaggio chiaro che da lunedì 18 febbraio comparirà per le strade di tutta la Toscana e sui social. Accompagnata dal numero verde 800 88 15 15, al quale si può rivolgere per chiedere aiuto.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.