Interrogazione regionale contro il progetto di RFI su Capannori

CAPANNORI - Il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Giacomo Guiannarelli ha incontrato i rappresentanti del comitato per una viabilità sostenibile di Capannori. Annunciata un'interrogazione regionale per il progetto di RFI delle opere compensative al raddoppio ferroviario.

- 3

 

Il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Giacomo Giannarelli e il candidato sindaco al comune di Capannori Simone Lunardi, hanno incontrato una delegazione del comitato che si oppone alla realizzazione delle opere compensative al raddoppio della linea ferroviaria e contro le quali ha raccolto più di 2000 firme. Nel progetto è stata inserita, su richiesta del comune di Capannori, una nuova strada che, secondo quanto rilevato dal comitato, nulla ha a che fare con il raddoppio ferroviario e che andrebbe ad impattare in maniera devastante sul territorio.

 

I primi provvedimenti annunciati da Giannarelli dopo l’incontro, saranno un’interrogazione in consiglio regionale del gruppo del Movimento 5 Stelle, oltre al coinvolgimento del ministro dei lavori pubblici Danilo Toninelli.

 

Commenti

3


  1. nella piana di lucca bisognerebbe tornare al’ età della pietra , nessuno vuole niente , tutti pretendono —- il traffico , l’ immondizia , delinquenza , — davanti a casa degli altri,,,, basta, chi non vuole il raddoppio firmi una dichiarazione che LUI il treno non lo prederà mai più,,,, non vuoi i ponti radio,,,, non utilizzare mai un cellulare,,,, POPOLO DEL NO ,,, siete stancanti ,


  2. Vede sig. Pier Luigi, non è questione di dire no con dei preconcetti, si tratta di fare le cose bene. Non so se ha seguito le vicende, ma nessuno vuole fare niente a casa degli altri; Il raddoppio è opera utile, ma zoppa; Montecatini non la fa, tra Tassignano e Santa Margherita si buttano giù 21 case e 25 annessi. Facile parlare quando le opere non ti toccano. La questione è fare opere fatte bene, e siccome mi sembra che le criticità ci siano vanno analizzate. Tronchetti ferroviari abbandonati (e pagati anche da me e lei), una superstrada inutile eccetera eccetera. Concludendo…le case si costruiscono dalle fondamenta e non dal tetto.


  3. Marco devo correggerti, i tronchetti non li abbiamo pagati noi, ma li hanno pagati le aziende che si spera presto li utilizzeranno. Per le cose fatte bene, a Montecatini non è che non la faranno, la fanno eccome e lo sai che verrà fatta sopraelevata con un mostro di acciaio a 4 metri di altezza dove passeranno i treni. Per me è ancora peggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.