“La via delle Ville”: ecco il primo itinerario turistico della Piana di Lucca

LUCCA - Presentato martedì mattina in Sala degli Specchi il primo itinerario turistico realizzato da Metro srl dopo la fusione con Itinera. La mappa, realizzata in collaborazione con l'Associazione Ville e Palazzi Lucchesi, lega i territori dei Comuni di Lucca, di Capannori e di Montecarlo.

- 1

La Via delle Ville è un itinerario messo a punto sull’intera area dell’ambito turistico della Piana di Lucca, individuando le dimore costruite nel Rinascimento sulle colline lucchesi dalle famiglie legate al commercio della seta e trasformate nei secoli successivi in sontuose abitazioni con giardini ricchi di fontane, grotte e preziose specie botaniche.

Villa Bernardini di Vicopelago, villa Oliva e villa Grabau di San Pancrazio e palazzo Pfanner sul territorio del Comune di Lucca, villa Reale di Marlia e villa Mansi di Segromigno in Monte a Capannori, villa Garzoni a Collodi e la Fortezza di Montecarlo fanno parte di questo itinerario inserito in una mappa che presenta, oltre ad una descrizione delle dimore, tempi di percorrenza fra una dimora e l’altra, presenza di collegamenti del Tpl e percorsi ciclabili.

Inoltre, su questo stesso fronte, Metro sta lavorando alla predisposizione della cartellonistica monumentale del Centro Storico di Lucca. Per questo progetto, che è ancora nella fase iniziale, Metro lavorerà in sintonia con le guide turistiche e gli altri operatori del settore. La scelta che è stata operata è quella di utilizzare i classici cartelli che verranno posizionati lungo le vie della città e che utilizzeranno colori diversi per indicare i vari itinerari cittadini.

Commenti

1

  1. SINIBALDI Patrick


    Très belle initiative.. Il me tarde de revenir à Lucca au mois de juin pour découvrir ces villas. Je ne connaissais que le palais Pfanner et me ferai un plaisir de visiter les autres.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.