Una moneta del 1200 raffigurante il Volto Santo ritrovata sull’appennino

REGGIO EMILIA - Una moneta in mistura d'argento raffigurante l’immagine del Volto Santo, coniata a Lucca a nome dall’imperatore Ottone IV di Brunswick nel 1200, è emersa dagli scavi archeologici alla Pieve di Santa Maria in Castello, a Toano sull'appennino reggiano. E' testimonianza del cammino del Volto Santo che collegava Mantova a Lucca.

-

Una moneta in mistura d’argento raffigurante l’immagine del Volto Santo, coniata a Lucca a nome dall’imperatore Ottone IV di Brunswick nella prima metà del 1200, è emersa dagli scavi archeologici alla Pieve di Santa Maria in Castello, a Toano sull’appennino reggiano.
Una testimonianza che gli archeologi ritengono importantissima sulla via Matildica del Volto Santo, un antico cammino di pellegrinaggio e commercio che collegava Mantova a Lucca: 280 chilometri passando per Reggio Emilia, attraverso la Lombardia, l’Emilia-Romagna e la Toscana, toccando suggestivi Borghi, antichi e strategici Castelli nelle terre di Matilde in una varietà culturale e unica.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.