Ricorso al Tar, rischia di slittare la realizzazione delle nuove isole ecologiche

LUCCA -Rischia di slittare la realizzazione delle nuove isole ecologiche fuori terra in centro storico a Lucca. L'azienda arrivata seconda nella gara di appalto ha presentato ricorso al Tar, contestando così l'esito della gara stessa.

-

Lo ha reso noto il presidente di Sistema Ambiente, Matteo Romani, che ha già depositato la propria memoria al Tribunale amministrativo della Toscana, convinto della validità della scelta operata. Al vaglio del giudice, che si esprimerà il prossimo 20 novembre, c’è anche la posizione dell’azienda vincitrice, Idea srl.

Nel frattempo, però non si ferma il percorso che dovrebbe portare all’entrata in funzione del nuovo sistema di raccolta differenziata del centro storico, promosso da Sistema Ambiente e dall’amministrazione comunale, che mira ad eliminare la raccolta dei sacchetti filo-strada e, appunto, all’introduzione di 70 nuove isole ecologiche fuori terra.

E la prossima settimana proseguiranno gli incontri con la cittadinanza e con i commercianti: il primo, in ordine di tempo, è fissato per giovedì 14 novembre, alle 9,alla Camera di Commercio di Lucca, con gli esercenti lucchesi e, più in generale, con coloro che rientrano nella categoria delle utenze non domestiche. Poi altri due incontri riservati ai cittadini del centro storico: sabato 16 novembre, alle 10.30, nella sede del Cred, in via Sant’Andrea e martedì 19 novembre, alle 21, alla Pia Casa, in via Santa Chiara.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.