Un grande Gesam Le Mura strapazza (76-53) e aggancia S.Martino di Lupari

BASKET A1 DONNE- Al Palatagliate si giocava uno dei bigmatch della giornata, l'altro era Schio-Venezia. Priva della sfortunata Pastrello che ha assistito alla partita in stampelle, la squadra di Iurlaro si è trova al cospetto di un avversario molto forte e con una tradizione piuttosto positiva a Lucca.

-

 Ma le biancorosse hanno preso da subito in mano la partita, portandosi avanti di 20, un vantaggio che hanno saputo amministrare fino alla fine.  L’alta percentuale da tre punti è stata una delle chiavi decisive per far pendere la bilancia dalle parte delle padrone di casa. Lucca porta ben quattro giocatrici in doppia cifra: Jeffery (18), Bonasia e Ravelli (11 a testa) e Ivana Jakubcovca. Iurlaro parte con il consueto quintetto mentre Abignente, sempre privo di Caterina Dotto, schiera dalla palla a due Fietta, Bjorklund, Sulciute, Ostarello e Filippi.  Ad uscire meglio dai blocchi è il Basket Le Mura che piazza un parziale iniziale di 10-4. La prima tripla della serata di Ashley Ravelli vale il 13-6, inducendo così coach Abignente a chiamare un time out. Ostarello e Fietta, provano a suonare la carica ma le triple di Bonasia e della Smorto permettono a Lucca di chiudere il primo quarto sul 24-10. Non cambia lo sceneggiatore del copione del secondo quarto: biancorosse assolutamente in controllo dei rimbalzi difensivi, alla fine saranno 29, e letali nel punire i tiri lasciati loro da San Martino. Il canestro di Jeffery dopo la rubata di Alessandra vale il 31-20 con Abignente che, dopo essersi visto fischiare contro un fallo tecnico, prova a rimescolare le carte affidandosi alla sua profonda panchina. Capitan Tonello interrompe l’emorragia di punti sul 34-12 ma Lucca torna a colpire da tre con Valentina, arrivando all’intervallo sul punteggio di 76-53.

Chiamata a scalare una montagna, San Martino si affida alla tiratrice Filippi, 13 punti per lei, tornando a -15. Gesam, dopo aver tirato leggermente il fiato complice delle rotazioni accorciate, riprende la sua corsa grazie all’apporto di tutto il roster. I cinque punti di Orsili e la tripla di Ravelli permettono di arrivare agli ultimi dieci minuti di contesa sul +25. Nel quarto conclusivo l’estremo tentativo di una clamorosa rimonta delle venete viene definitivamente fermato dal canestro di Jakubcova. Coach Iurlaro regala minuti alle giovanissime Cibeca, Farnesi e Azzi, con le ultime che fanno il loro esordio nella massima serie. Finale col palazzetto tutto in piedi ad applaudire una prova magistrale di Ravelli e compagne e a salutare un un grosso in bocca al lupo Silvia Pastrello, chiamata sotto le tribune insieme a tutta la squadra.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.