Incidente sul lavoro, 53enne muore in un cantiere

ALTOPASCIO  Un operaio di Capannori, Marco Viviani,è stato trovato morto in un cantiere dismesso in via per Corte Marchetti ad Altopascio: sarebbe stato colpito da un pezzo di una gru che stava smantellando. Il cantiere è stato posto sotto sequestro.

-

A terra, senza vita, con una profonda ferita alla testa. E’ stato ritrovato così Marco Viviani, 52 anni, di Segromigno in Monte, dipendente della ditta Rm di Porcari, colpito alla testa da un pezzo della gru che stava smantellando.

Il fatto è avvenuto martedì ad Altopascio. La ditta di Porcari era stata incaricata di rimuovere da un cantiere edile in via per Corte Marchetti una gru ormai dismessa, inutilizzata da una decina di anni. Nei giorni precedenti c’erano al lavoro più operai, martedì invece sul posto ci sarebbe stato solo Viviani. Quindi non c’è nessun testimone oculare dell’incidente. Viviani stava lavorando con l’ausilio della fiamma ossidrica. Si presume che un componente della gru, in tensione, si sia improvvisamente liberato, spostandosi di colpo e urtando alla testa in modo violento l’operaio.

Di certo, il corpo è rimasto lì per ore. Ad accorgersi di quanto accaduto è stato un residente che abita proprio accanto al cantiere.

Sul posto sono arrivati i medici del 118 che non hanno potuto che constatare il decesso. I carabinieri e i tecnici della Asl hanno il compito di fare luce il più possibile sulla dinamica di quanto accaduto.

Il cantiere è stato posto sotto sequestro ed il magistrato ha disposto l’autopsia del corpo.

Viviani lascia la moglie e due figli uono dei quali, Samuele, era stato protagonista qualche anno fa del viaggio a Capo Nord in sella ad una Vespa 50 Special, insieme all’amico Iacopo Giribon.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.