Effetto virus sul marmo: ordini giù del 15%; appello al Governo

PIETRASANTA - C'è grande preoccupazione tra gli imprenditori del marmo apuoversiliese per le pesantissime conseguenze economiche causate dall'epidemia di coronavirus. Ordini in calo e affari fermi per il blocco dei voli, per le misure restrittive sulla circolazione di persone messe in atto dai governi ma anche dalle grandi case internazioniali.

-

Un settore trainato negli ultimi anni soprattutto dall’export e dal commercio con i paese dell’Estremo Oriente. Le aziende lapidee del Cosmave sabato pomeriggio si sono riunite al Musa di Pietrasanta insieme ai parlamentari di zona e ai sindaci per fare il punto della situazione: il calo che si prospetta in poche settimane è già a doppia cifra, come ci spiega il Presidente di Cosmave Agostino Pocai.

Così come le industrie del turismo, dell’artigianato e del florovivaismo, anche il marmo chiede aiuti al Governo, che però in questa prima fase sembra dare precedenza alle zone rosse colpite dal virus.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.