Si ristruttura il palazzo comunale ex Arengo

VIAREGGIO - Un centro servizi Gaia, nuovi uffici comunali, l’archivio e una sala riunioni: tutto questo verrà ospitato nell’edificio dell’ex Arengo prossimo alla ristrutturazione. Un lavoro quantificato in un milione e ottocentomila euro circa, che vedrà rimesso a nuovo uno degli immobili simbolo di Viareggio.

-

Un centro servizi Gaia, nuovi uffici comunali, l’archivio e una sala riunioni: tutto questo verrà ospitato nell’edificio dell’ex Arengo prossimo alla ristrutturazione. Un lavoro quantificato in un milione e ottocentomila euro circa, che vedrà rimesso a nuovo uno degli immobili simbolo di Viareggio.

La giunta Del Ghingaro ha infatti deliberato un atto di indirizzo che verrà proposto all’approvazione del prossimo Consiglio comunale che prevede la ristrutturazione del “Edificio piazza Manzoni già salone dell’Arengo”. L’immobile, 500 metri quadrati circa disposti su tre piani, ospiterà al piano terra il centro servizi, al primo piano uffici in condivisione tra Gaia e Comune, al terzo piano mansardato, l’archivio e una sala riunioni.
In facciata verranno recuperati l’affresco di Menghino e l’architettura originaria del fabbricato.

«La società Gaia Spa, di cui Viareggio possiede il 21,36%, ha manifestato l’interesse al posizionamento nell’immobile sia dei propri uffici direzionali e commerciali sia degli sportelli aperti al pubblico – dichiara il sindaco Giorgio Del Ghingaro -: è ovvio che per ospitare tali servizi l’edificio necessità di un importante riqualificazione di cui la società stessa si farà carico e che verranno scomputati in termini di canoni».

Nel frattempo, per riattivare prima possibile lo sportello Gaia spa attualmente non presente a Viareggio, il Comune ospiterà gli sportelli nella sede della Ex circoscrizione Darsena/Campo d’Aviazione. Mentre la Federazione Italiana della Caccia sezione Provinciale di Lucca, che dal 2006 ha la propria sede all’interno dell’ex Arengo, verrà spostata in una porzione adiacente del fabbricato, sempre di proprietà comunale.

«Una ristrutturazione che porterà bellezza in una zona centrale della città – aggiunge il primo cittadino –: nel giro di un paio di anni riavremo tutti i colori e la ineguagliabile vitalità degli affreschi di Menghino oltre ad un unico moderno snodo dei servizi principali al cittadino».

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.