Il primario Sani: “Nuovi casi seri di contagio, il virus non è cambiato. Bene l’ordinanza del governo”

LIVORNO - Il nuovo caso di ricovero in terapia intensiva del giovane di Massarosa e la presenza di altri nuovi contagi veri da covid dimostrano il fatto che il virus non è cambiato e può ancora avere risvolti gravi.

- 1

Lo sostiene Spartaco Sani, responsabile di Malattie Infettive della Asl Toscana Nord ovest nonché primario del reparto all’ospedale di Livorno, dove da ieri si trova ricoverato, in condizioni stazionarie, il 34enne risultato positivo dopo il viaggio in Spagna. Ma attualmente ci sono nuovi casi severi di Covid. Sono sei i ricoverati in degenza ordinaria a Livorno, 3 dei quali sono versiliesi con un rientro dall’estero. Era doverosa dunque, secondo il primario, l’ordinanza che ha imposto la chiusura delle discoteche. E anzi – precisa – “se sarà necessario, dovranno essere prese misure anche più restrittive. I giovani possono essere fonte di contagio e se viene meno la responsabilità del singolo in alcuni contesti è necessario prendere provvedimenti”.

Commenti

1


  1. Altro fenomeno….in sette mesi i virologi sono stati in grado di dirci solo … mascherina lavarsi le mani e distanzianento. Io se nel mio lavoro dopo sette mesi non risolvo nessun problema è racconto le stesse cose …. Mi cacciano.!!!! Signori fate meno interviste e cercare di lavorare tutti insieme per ridarci la nostra libertà. Continuando a parlare e non fare …..state distruggendo una generazione di giovani….. molti cittadini si sono rotti di notizie solo pessimistiche, qualche volta cercate di dare una speranza. !!!!. Mi dispiace se qualcuno si sente offeso ma questa è la realtà di quello che sta succedendo. BUON LAVORO…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.