Furto al bagno Venezia, Daddio: “Servono maggiori controlli”

LIDO DI CAMAIORE - Prima hanno provato a forzare una porta di accesso, poi si sono introdotti attraverso questo oblò da cui sono riusciti ad accedere all'interno dei locali del bagno Venezia a Lido di Camaiore.

-

Una volta dentro, indisturbati, hanno portato via tutto quello che hanno potuto, per poi uscire forzando dall’interno una saracinesca. Il furto è stato scoperto dai proprietari nella serata di venerdì ma potrebbe risalire anche a qualche giorno prima, dato che il bagno adesso è chiuso e il gestore non è presente tutti i giorni. ad accorgersi che qualcosa non andava è stato il figlio, a cui i ladri hanno rubato la bicicletta, sottratta insieme ad alcuni tablet, un avvitatore e alcune bottiglie di vino. La parte visitata dai ladri non è coperta dal sistema di allarme, come invece lo è quella relativa agli uffici e il danno economico non è stato elevatissimo, ma sicuramente un brutto risveglio per il proprietario, Marco Daddio, che è anche presidente dei balneari del Lido che punta il dito su uno scarso controllo da parte delle forze dell’ordine.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.