Lucchese attende il quotato Como; Monaco verso la conferma del 3-5-2

CALCIO C- Manca ormai solo la rifinitura della vigilia per la Lucchese che nella giornata di venerdì (a 48 ore dalla gara col Como) si è sottoposta al protocollo dei tamponi. Sfida assai delicata quella contro i lariani anche alla luce dei pessimi risultati inanellati dai rossoneri in questo tribolato avvio di campionato.

-

Nelle prime quattro giornate infatti la squadra di Francesco Monaco ha raggranellato un solo punto, quello della rocambolesca gara d’esordio (3-3) in casa con la Pergolettese. Per il resto sono seguite poi le sconfitte più o meno pesanti con Novara, Grosseto e Pro Vercelli, tre ottime squadre nulla da eccepire, ma con una Pantera poco graffiante e determinata. Urge una svolta che il tecnico rossonero in parte ha provato già a Vercelli anche sul piano tattico sfoderando il 3-5-2, ovvero squadra più corta e protetta con i vecchi marpioni del pacchetto arretrato e una mediana più folta. E poi due attaccanti là davanti con Bianchi punto fisso e Moreo e Bitep a giocarsi l’altra maglia. Domenica prossima contro il Como, reduce dalla clamorosa scoppola interna (0-3) contro la capolista Lecco, lo schema sarà ancora quello. Gara a porte aperte, si fa per dire, perchè alla fine il 15% significa nella migliore delle ipotesi 480 persone distribuite tra curva, gradinata e tribuna coperta. Il tutto in un clima di assoluta tristezza anche se la Lucchese deve ritrovare la gioia di un risultato importante e magari anche la prima vittoria stagionale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.