Furto di occhiali da 90mila euro alla Cacini Ottica di Marlia

-

Si sono introdotti all’interno di un fondo sfitto e, una volta dentro, hanno praticato un foro nel muro dal quale sono entrati nell’ottica Cacini, arraffando occhiali per un valore totale che si aggira intorno ai 90 mila euro. L’azione è culminata intorno alle 5.30 della mattina di sabato, come testimoniato dai filmati delle videocamere di sicurezza passate al vaglio dei carabinieri che stanno svolgendo le indagini. Nelle riprese si vede uno dei membri della banda adottare uno stratagemma quantomai singolare per eludere il sistema di allarme: una volta all’interno del negozio, il malvivente ha iniziato a strisciare sul pavimento riparandosi dietro un carrello. Giunto sotto gli espositori degli occhiali, con una canna, li ha svuotati sistematicamente uno ad uno per poi, sempre strisciando, ritornare nel magazzino in cui era stato realizzato il buco nel muro e darsi alla fuga insieme, presumibilmente, ad altri complici della banda. Un piano studiato nei minimi dettagli e sicuramente messo a segno in altre circostanze, vista la sicurezza con cui i ladri hanno agito. Il furto è stato scoperto dai responsabili del negozio all’apertura mattutina, quando non hanno potuto far altro che chiamare il 112 per denunciare l’accaduto. Un punto vendita che, da quando è stato aperto, ha già subìto tre furti simili. Una situazione che sta diventando insostenibile, come dichiarato ai nostri microfoni – con toni amareggiati – dal titolare Guido Cacini.

 

di Luigi Casentini casentini@noitv.it

Lucchese-Ghiviborgo atto quarto; il derby è servito ma… guai ai vinti

-

 

Lucchese-Ghiviborgo atto quarto e forse mai come tra poche ore la sfida del Porta Elisa assume tanta rilevanza. Per la classifica e per il morale di due squadre che lottano per obiettivi diametralmente opposti. Prendete la Lucchese che nonostante una squadra ricostruita di sana pianta e un gioco non sempre scintillante ha però scalato le gerarchie del campionato fino ad ergersi al ruolo di anti-Prato. Un punto nelle ultime due giornate è però bottino troppo misero per la Pantera che vuol tornare a ruggire e spera magari in uno scivolone dei lanieri a Caronno Pertusella. Sciolti gli ultimi dubbi Monaco dovrebbe schierare i suoi con: Coletta tra i pali; Bartolomei, Meucci, Papini e Soldati in difesa; Cruciani e Fazzi in mediana; Remorini, Vignali e Nannelli alle spalle di Iadaresta. Ha ben altri problemi il Ghiviborgo che ha fatto la marcia del super gambero e che non vince da tre mesi e mezzo, dal 6 ottobre. La squadra della Media Valle, affidata da un paio di settimane alle cure di Rino Lavezzini, si ritrova all’ultimo posto e con prospettive tutt’altro che rosee ma con la voglia di lottare con il coltello fra i denti. Probabile che l’esperto tecnico di Carrara proponga qualche variante sul tema. Il pallone racconta che all’andata (era il 22 settembre) sotto una pioggia a tratti battente finì in parità (1-1). Si giocò in casa del Ghiviborgo costretto a svernare al Buon Riposo di Seravezza e che si presentò sul terreno di gioco addirittura da primo della classe e con la maglia verdeazzurra del Seravezza. Furono i “padroni di casa” a portarsi in vantaggio al 25esimo del primo con un rigore trasformato dal centravanti Lucatti. Alla mezz’ora anche la Lucchese fruì di un penalty che però lo specialista Cruciani, per una volta non pari alla sua fama, si fece parare da Signorini. Solo al 92°, in piena zona-Cesarini, la Pantera pervenne al pareggio grazie ad una zampata di Falomi, uno dei pochi guizzi vincenti che si ricordino nella sfortunata esperienza dell’attaccante aretino all’ombra delle Mura.

di Guido Casotti - casotti@noitv.it

Parte dall’Argentina la stagione di Amore & Vita – Prodir di Ivano Fanini

-

Una gara di 7 tappe veramente prestigiosa che vedrà al via un parterre a dir poco “stellare”, con ben sei formazioni world tour, e campioni del calibro di Peter Sagan, Julien Alaphilippe, Fernando Gaviria, Remco Evenepoel (tanto per citarne alcuni), tutti desiderosi di sfidarsi sulle torride strade sudamericane. La squadra di patron Ivano Fanini sarà al via con Davide Appollonio, Marco Tizza, Riccardo Marchesini (al suo debutto tra i professionisti), Antonio Zullo (torna in gruppo dopo il grave infortunio – con conseguente intervento per l’inserimento della protesi al femore – che lo ha tenuto fermo l’intera stagione 2019), Viesturs Luksevics e Maris Bogdanovics.

di Redazione

La grande fuga dal Basketball Club Lucca: via Totò Genovese e Seba Vico

-

Seguono i doverosi e scontati ringraziamenti ai due giocatori che già nella trasferta di Omegna erano rimasti in panchina. E tutto questo dopo le dimissioni del vice presidente e membro del CDA avvocato Florenzo Storelli e a poche ore dal match con i siciliani del Costa d’Orlando.

di Guido Casotti - casotti@noitv.it

Intitolata alle Vittime dell’Immigrazione la piazza della chiesa di San Vito

-

Come ha ricordato il parroco Don Piero Ciardella, direttore del Centro per la Cultura e il Dialogo dell’arcidiocesi di Lucca, l’iniziativa è partita dai cittadini della parrocchia in collaborazione con l’Associazione “Il Tondo – Luoghi e Relazioni” di San Vito e l’Ufficio “Migrantes”, il Centro per la Cooperazione Missionaria e La Caritas dell’Arcidiocesi di Lucca. L’intitolazione è stata deliberata dalla giunta comunale nel solco delle iniziative promosse in tutta Italia in occasione della Giornata Nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione.

di Redazione

Tentato omicidio per lite su whatsapp; condannato anche l’imputato minorenne

-

Il Tribunale per i Minorenni di Firenze lo ha condannato a 4 anni e due mesi di reclusione per concorso nel reato. Si chiude così il cerchio sulla singolare vicenda che, come ricostruito dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Lucca, ebbe origine da una lite cominciata su WhatsApp tra un ragazzo rumeno e Oltian CEPA, albanese, entrambi membri di un gruppo della nota applicazione di messaggistica mobile e che arrivò a tal punto da determinare una vera spedizione punitiva ordita dagli albanesi nei confronti del rumeno.

di Redazione

SAST, come rafforzare rapporto tra volontari, enti e aziende

-

 

E’ su questi principi che il Soccorso Alpino e Speleologico Toscano svolge, nel corso dell’anno, un lavoro davvero importante nei tanti interventi di soccorso in montagna o in zone comunque non raggiungibili dalla viabilità normale. E’ quindi fondamentale rafforzare il rapporto tra volontari e enti e aziende che devono permettere ai volontari di intervenire anche in orario di lavoro; c’è insomma la necessità di approfondire i principi ispiratori della legge 18 febbraio 1992 162 che tratta di questo tema.

Su questo  si è svolto a Castelnuovo, un incontro con la presenza di tante istituzioni civili e militari,  associazioni, cittadini e tanti volontari del soccorso alpino tutti lì a sottolineare l’importanza di valorizzare maggiormente questa collaborazione. L’incontro si è svolto nella  sede SAST di  Castelnuovo Garfagnana intitolata a Roberto Nobili come abbiamo detto alla presenza di tanti amministratori pubblici proprio a sottolineare quanto sia importante il lavoro di questi volontari di altissimo livello tecnico.

di Redazione

Orgoglio Bianconero: dal calendario 2020 sostegno alla piccola Jo

-

Nelle ultime ore è stato effettuato il bonifico bancario. Nell’occasione l’associazione ‘Orgoglio Bianconera’ ringrazia pubblicamente per il sostegno garantito in maniera concreta e tangibile all’iniziativa dalla direzione del Marco Polo Center di Viareggio.

di Guido Casotti - casotti@noitv.it

Ecco il CarnevalMarlia 2020: cinque domeniche di spettacolo e…colori

-

Saranno quindi sei i “giganti di cartapesta” che per cinque domeniche, dal 2 febbraio al 1° marzo dalle ore 14.30,  riempiranno di allegria, colori e musica piazza del Mercato e una parte di via Paolinelli a Marlia. Sono attesi migliaia di bambini. L’ingresso alla manifestazione, promossa dal Comitato CarnevalMarlia e dal Comune di Capannori in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, sarà ancora gratuito grazie al sostegno economico da parte di tutti i soggetti promotori. Sono questi i punti di rilievo del CarnevalMarlia 2020 presentato negli hangar dove vengono realizzati i carri, dall’assessore al volontariato, Serena Frediani, e dal presidente del comitato CarnevalMarlia Pierangelo Paoli.

I carri del CarnevalMarlia 2020 saranno sei e su tutti i bambini potranno salire. Fra le attrazioni principali ci sarà anche Mago Bolla con due “Cuccioli di Carnosauro”, che cammineranno fra la gente e saranno cavalcati da cavalieri domatori.Non mancheranno nemmeno stand gastronomici. Ricordiamo infine che il CarnevalMarlia è un evento storico le cui origini risalgono al 1904 e che dal 1978 si svolge così come lo conosciamo oggi.

 

di Guido Casotti - casotti@noitv.it