Garfagnana, si apre il dibattito sulla fusione dei Comuni

-

Si è aperto da alcuni giorni in Garfagnana il dibattito sulla possibile fusione dei Comuni. Il sasso lo ha lanciato il sindaco di Careggine Mario Puppa, che ha proposto la nascita di un comune da 10mila abitanti, composto oltre che da Careggine, anche da Vagli Sotto, Camporgiano e Castelnuovo.

Motivo, ormai i piccoli comuni non ce la fanno più ad andare avanti a causa dei tagli operati dal governo. E allora è meglio prendere l’iniziativa piuttosto che farsi imporre una soluzione calata dall’alto che prima o poi arriverà.

Inoltre, con la fusione arrivano i contributi, attualmente 250mila euro a Comune per cinque anni, e questi fondi è meglio prenderli prima che finiscano.

Puppa però chiarisce che quella dei quattro comuni da lui proposta può non essere l’unica soluzione possibile. E che comunque ogni decisione deve essere presa in accordo con l’Unione dei Comuni e soprattutto con i cittadini.

Le prime reazioni? Possibilista il sindaco di Camporgiano Francesco Pifferi. “E’ un’idea teoricamente condivisibile – ha detto il primo cittadino – ma è necessario adottare una strategia condivisa. Sennò ognuno tira fuori la propria proposta e alla fine non si arriva a niente”.

Scettico, invece, il sindaco di Minucciano, Nicola Poli, che è anche presidente dell’Unione dei Comuni, secondo il quale con le fusioni i territori e le frazioni più marginali rischiano di essere abbandonati. Per Poli Il governo deve salvaguardare i Comuni e tagliare là dove le spese sono ancora alte, cioè Ministeri, Asl e Regioni.

 

di Redazione

Successo per il corso di alta formazione della Fondazione Pera

-

Circa 90 iscritti, provenienti da tutta Italia: un bilancio lusinghiero per la quarta edizione del Corso di Alta Formazione in Diritto del Lavoro, organizzato dalla Fondazione Giuseppe Pera, sotto la direzione della presidente Ilaria Milianti e del direttore Marco Cattani. Il corso, dal titolo “Il diritto del lavoro nel contesto europeo: fra tradizione e rinnovamento”, si è concluso oggi, venerdì 26 maggio e ha affrontato la vasta tematica del giuslavorismo attraverso 14 moduli, condotti da docenti universitari, avvocati e magistrati, provenienti dai principali atenei, fori e uffici giudiziari italiani.

di Redazione

Sottopassi Capannori, si farà la Bretellina tra Tassignano e via Nuvolari

-

Dallo studio è emerso che la combinazione che alleggerirà il maggior numero di centri abitati dal traffico è quella che prevede il sottopasso con la nuova bretellina tra Tassignano a via Tazio Nuvolari, il sottopasso alla Pieve San Paolo e il sottopasso in via della Madonnina a Santa Margherita.

Adesso – ha detto il sindaco Menesini – la nostra priorità sarà quella di strappare a Rfi il maggior numero possibile di sottopassi ciclopedonali per garantire uno spostamento a piedi e in bici comodo a tutti i residenti dei paesi centrali del territorio.

di Redazione

Tornano le “cartoline pucciniane”

-

 

Si rinnova l’appuntamento estivo con le Cartoline pucciniane, selezioni di arie, duetti e concerti accompagnati al pianoforte, promossi e realizzati dal Teatro del Giglio e dalla Fondazione Giacomo Puccini. Spettacoli molto apprezzati sia dai turisti che dal pubblico lucchese, tanto che in questi ultimi anni il numero degli spettatori è cresciuto (2015: 440 spettatori, 2016: 780 spettatori) su una media di 5 spettacoli all’anno. I recital pucciniani si svolgono in piazza Cittadella, proprio di fronte alla casa nella quale il Maestro nacque nel 1858, e che oggi ospita il Puccini Museum – Casa natale.

di Luigi Casentini casentini@noitv.it

La seconda edizione di “Dillo in sintesi”

-

 

Dieci personaggi della cultura italiana, tra cui il giornalista e scrittore Beppe Severgnini, la fotografa Letizia Battaglia, il filosofo Paolo D’Iorio e l’attrice e scrittrice Lella Costa, si daranno appuntamento a Lucca dal 16 al 18 giugno per un ciclo di incontri per capire a cosa serve, come si raggiunge e quali sono le basi (anche scientifiche) della sintesi. Nove appuntamenti tra filosofia, poesia, musica, fotografia, scienze e letteratura, questo è “Dillo in sintesi”, la prima manifestazione italiana dedicata alle “brevità intelligenti”.

Nuova formula per questa seconda edizione che si concentra in un weekend e si concluderà con l’assegnazione del premio “Dillo in sintesi”.

di Luigi Casentini casentini@noitv.it

Scatta l’operazione Parma-Lucchese; i tifosi rossoneri si mobilitano

-

Si chiama rivelazione dei playoff e noi la conosciamo ancora meglio come Lucchese. Già, perchè non ci sono dubbi che dopo aver fatto fuori Arezzo e Albinoleffe la squadra rossonera è approdata tra le magnifiche otto che si giocheranno l’unico posto disponibile per la B. Un cartellone di assoluto livello tanto che dando uno sguardo ai nomi delle contendenti vengono davvero i brividi. Dal Parma, che sarà proprio l’avversario dei rossoneri, a Lecce, Alessandria, Livorno, Reggiana, Pordenone e Cosenza. Insomma, un bel parterre de roi, nulla da dire. Forse in pochi pensavano che la squadra di Lopez, che ha fatto davvero un eccellente lavoro, potesse arrivare così lontano. Del resto le tre gare fin qui disputate nella post.-season hanno ribadito la ritrovata solidità della Pantera: 3 reti fatte e come abbiamo visto una sola subìta, quella del barbutissimo Moscardelli nel match di Arezzo.

Intanto, dopo il meritato giovedì di riposo post-Bergamo, la Lucchese ha ripreso la preparazione. All’orizzonte incombe il doppio confronto con il fortissimo Parma e la voglia di ben figurare tentando, perchè no, anche una nuova impresa. Difficile, ma non impossibile. Casomai ci sono dei nodi piuttosto preoccupanti in casa rossonera. Il primo è legato alle condizioni fisiche di Nicola Mingazzini che ha giocato le ultime partite stringendo i denti. Un suo recupero per la gara di mercoledì prossimo al Tardini pare davvero molto difficile. E poi i cartellini gialli che in questa fase pesano come macigni. Al secondo si va in squalifica e nella Lucchese c’è più di mezza squadra in diffida. Tutto ciò nell’ottica e nella realtà di una rosa piuttosto scarna e con pochi ricambi.

di Guido Casotti casotti@noitv.it

Marvin Demollari convince ancora e ottiene la 48esima vittoria in carriera

- 1

Bonazza ha evitato lo scontro frontale cercando il pugilato di rimessa ma il pugile lucchese ben diretto dall’angolo formato da Giulio Monselesan e Massimo Bosio ha sempre tenuto il match in mano e Bonazza ha usato anche molto mestiere per contenere il ritmo di Demollari apparso motivato, deciso e fisicamente molto preparato.

Demollari ha raggiunto la quarantottesima vittoria in carriera, ventidue sono le sconfitte e cinque i pareggi per un totale di settantasei incontri iniziati nel 2011. Prossimo obbiettivo per Demollari la partecipazione all’edizione 2017 del Guanto d’Oro in programma a fine giugno a Rossano Calabro dove partecipano i migliori otto pugili di ogni categoria a livello nazionale .

 

di Guido Casotti casotti@noitv.it