Bilancio 2017 positivo per la casa natale di Puccini

-

 

Sono stati 37.418 i visitatori che sono saliti alla Casa Natale al 31 dicembre 2018: un incremento dell’ 11,26%  rispetto all’andamento dell’ottimo 2016 chiuso a 33.629.  Per quanto riguarda invece l’attività didattica, sono stati 1.187 gli alunni di scuole lucchesi del territorio che, grazie al primo programma strutturato di visite scolastiche, hanno visitato il Museo mentre sono 194 i bambini e familiari che hanno partecipato ai laboratori didattici invernali.

 

L’incremento dei visitatori ha prodotto quindi maggiori ricavi commerciali complessivi con i seguenti esiti percentuali: i ricavi complessivi nel 2017 sono incrementati del 10,2 rispetto al 2016, fondi che verranno investiti per l’arricchimento dell’archivio e per le attività della Fondazione.

di Luigi Casentini casentini@noitv.it

Lucchese accorta nel derby, ma se la giocherà: parola di mister Lopez

-

L’occhio rimane attento anche sulle vicende di mercato che rimarrà aperto fino al 31 gennaio: Lopez si esperime così “Le operazioni da fare per me sono state fatte, anche se manca qualche pezzo ancora. Per il mercato in uscita, come ho già detto, chi vuole andare via deve andare via, altrimenti si retrocede. Chi ha necessità o richieste le accetti, noi andiamo avanti per la nostra strada perché ci vogliamo salvare direttamente, senza neanche passare dai playout”

di Guido Casotti - casotti@noitv.it

Lucca United cerca nuovi finanziatori anche all’estero

-

 

La sede dell’associazione, nel castello di Porta San Pietro, ha ospitato l’incontro tra la presidente dei Lucchesi nel Mondo Ilaria del Bianco e Stefano Galligani e Moreno Micheloni per la Lucca United, dove sono stati chiariti i termini dell’accordo con cui i Lucchesi nel Mondo prendono in carico le richieste della società di azionariato popolare, per tentare di coinvolgere anche i nostri concittadini all’estero nella raccolta di contributi per il ripianamento della perdita d’esercizio e alla ricostituzione del capitale sociale della Lucchese Libertas.

di Luigi Casentini casentini@noitv.it

Capannori, il Comune sostiene i volontari che aiutano i rospi ad attraversare la strada

-

Il Comune, infatti, fornirà loro la cartellonistica informativa e alcuni materiali, come guanti e secchielli. È quanto prevede il patto di collaborazione #salvailrospo che è stato siglato stamani al polo culturale Artémisia dall’assessore alla partecipazione, Matteo Francesconi, e dalla referente del progetto, Elisa De Paoli.

La firma del patto è stata l’occasione per tenere l’incontro “Operazione Sos anfibi 2018 – E’ tempo di raccoglierli” in cui il biologo Carlo Scoccianti ha parlato dell’importanza per l’ecosistema del salvataggio di rospi, rane e tritoni. Un’operazione, questa, che in Toscana viene portata avanti da 25 anni dal Wwf e che adesso viene attuata anche a Capannori.

I volontari di “Salva il rospo” in questa prima fase del progetto si sono concentrati sulla frazione di San Ginese lungo via della Francese, una zona particolarmente popolata dagli anfibi ma, in caso che il gruppo diventi più consistente (è attiva anche la pagina Facebook “Salva il rospo – Capannori”) non escludono di proseguire anche in altre aree del territorio.

L’innalzamento di temperatura e le piogge di questi prossimi giorni hanno risvegliato gli anfibi che, dopo aver svernato al riparo sotto qualche pietra o nella lettiera dei boschi, iniziano le consuete migrazioni riproduttive che li porteranno nei pressi delle zone di ovodeposizione.
Sempre più spesso questi piccoli animali, che costituiscono un importantissimo e insostituibile anello del nostro ecosistema, sono costretti ad attraversare una strada cercando di raggiungere una pozza o un laghetto: il risultato è un altissimo numero di morti e, conseguentemente, un tasso di riproduzione di anno in anno sempre più basso.

di Redazione

Maltempo, codice giallo fino a domenica mattina per vento e mare mosso

-

La situazione è in miglioramento già dalla prima mattina di domani.

VENTO: dal tardo pomeriggio di oggi libeccio in rapida intensificazione sull’Arcipelago a nord dell’Elba, sulla costa centro-settentrionale, sui rilievi e sui versanti emiliano-romagnoli dell’Appennino. In serata e nelle prime ora di domani, domenica, raffiche fino a forti in Appennino, in particolare sui crinali e sull’alto Mugello. Il codice giallo si esurisce alle ore 6 di domenica.

MARE: dal pomeriggio di oggi moto ondoso in intensificazione fino a mare agitato tra la sera e la prima parte della notte a largo a nord dell’Elba e lungo la costa tra Viareggio e Piombino. Domani attenuazione con mari molto mossi su tutti i bacini. Il codice giallo si esurisce alle ore 8 di domenica.

di Redazione

Richiedente asilo molesta commessa in Fillungo: fermato dalla polizia

-

Il fatto è accaduto venerdì pomeriggio. Il giovane si è presentato al negozio fingendosi interessato alla merce in vendita. Poi però ha proposto un rapporto sessuale alla commessa e al suo rifiuto ha continuato a molestarla. Le urla della donna l’hanno convinto a dileguarsi. E’ stato rintracciato e arrestato dalla polizia poco dopo in piazza Santa Maria.

di Redazione

Real Forte e Viareggio cercano di accorciare su Ponsacco e Sanremo

-

Ecco nel dettaglio le partite in programma  (domenica ore 14,30)

ALBISSOLA – LIGORNA

ARGENTINA – FINALE L.

MASSESE – SAVONA

REAL FORTE Q. – LAVAGNESE

RIGNANESE – PONSACCO

SCANDICCI – U. SANREMO

SESTRI L. – GHIVIBORGO

V. MONTECATINI – SERAVEZZA

VIAREGGIO – S. DONATO T.

In classifica: Ponsacco 40, U. Sanremo 39, Real Forte 35, Viareggio 34, Massese 33.

di Guido Casotti - Roy Lepore

Meno quattro alla Canzonetta di Pietrasanta: ecco i brani

-

Venerdì sera tutti i cantanti delle 12 contrade in gara si sono presentate all’Osterietta per provare il brano in gara allo Sprocco, che eleggerà la canzone ufficiale del Carnevale 2018. Ad accompagnare gli artisti come sempre la Show Factory Big Band: 13 elementi diretti dal vivo dal maestro Gigi Pellegrini.

Ecco dunque i brani in gara per ogni contrada.

Africa – Macelli: Omar Paolicchi – ” Il Sindaco Coriandolo”

Antichi Feudi: Silvia Barbieri – “Oggi è Carnevale”

Brancagliana: Giada Ketlin Basile – “Come una gioia a carneval”

Il Tiglio / La Beca: Martina Bacci – “Pietrasanta città mia”

La Collina: India Giovanna Simi – “Maschere”

La Corte: Sabrina Leonardi – “Eroi del Carnevale”

La Lanterna: Omar Bresciani – “La storia di domani”

Marina: Alessandro Buselli – “Vorrei giocare col tempo”

Pollino – Traversagna: Alice Tarabella – “Finestra di carnevale”

Pontestrada: Rebecca Bielli – “E’ già carnevale”

Strettoia: Francesca Poli – “Un alito di vento”

Valdicastello: Celeste Beggi – “E’ tornato carneval”

di Redazione

Le sette vite del biroldo: dal rischio estinzione al rilancio

-

Poi tutto questo viene bollito, tritato, mescolato con il sangue del maiale e successivamente, dopo essere stato insaccato nuovamente ribollito. Pensate che negli anni 80 erano rimasti davvero in pochi a farlo e raramente si trovava in commercio. Fu per primo il compianto Enzo Pedreschi di Castelnuovo ad accorgersi della possibile perdita gastronomica e culturale, per questo si avviò un percorso di recupero, nei primi anni 90 grazie soprattutto alla partecipazioni di enti pubblici, il Biroldo diventò un presidio slow food e lo è ancora oggi. Con il passare degli anni questo particolare insaccato è diventato tra i più apprezzati anche tra i giovani: Davide Bellandi -Produttore Biroldo Slow-food. Grande merito del successo è della condotta Slow Food, ma anche dei 6 produttori autorizzati da sloow food che si trovano nella media valle del serchio e Garfagnana, che, nel corso degli anni hanno saputo miglioralo rendendolo più gradevole al palato moderno. Davide Bellandi -Produttore. da non dimenticare infine che il biroldo slowfood non contiene conservanti se non le tipiche droghe del norcino

di Guido Casotti - casotti@noitv.it

Eccellenza e Promozione entrano nella fase cruciale della stagione

-

La speranza è di rivederli così: felici andare sotto la tribuna del Nardini a raccogliere il saluto del loro pubblico. Una scena che da qualche tempo a Castelnuovo è piuttosto difficile da vedere, per non dire rara. L’ultimo successo casalingo risale al 29 niovembre contro il San Miniato. Il cambio di tecnico, da Micchi a Tazzioli, pare non aver ancora dato del tutto slancio alla compagine gialloblu penalizzata in questa tribolata stagione da qualche infortunio di troppo. Aver perduto ad esempio il centrocampista Cecchini è stato un colpo durissimo. Naturalmente ne ha risentito anche la classifica che colloca i garfagnini al limite della zona a rischio. Urge fare punti per allontanarsi dalla parte calda evitando pericolose complicazioni. Tolaini & C. sono reduci dall’amaro pareggio di Uliveto Terme con l’Urbino Taccola e attendono la visita del San Marco Avenza in un confronto che affonda le radici in tempi antichi. Di fronte al proprio pubblico i gialloblu di Tazzioli vogliono i tre punti.

Il dominatore dell’aria del campionato di Promozione si chiama invece Vorno. Quattro reti alla volta e la squadra di Alfredo Cardella ha ormai scavato un abisso rispetto alle pur volenterose inseguitrici. Nove punti sul Camaiore, dodici sul Villa Basilica e più lontane le altre. Vero che il campionato è ancora lungo, ne mancano 14 alla fine e ci sono 42 punti in palio, ma la capolista ha saldamente il torneo nelle proprie mani. Il calendario della 17esima propone trasferte per le prime della classe. Vorno a Lamporecchio contro un avversario insidioso che ha bisogno di punti in chiave-salvezza. Ancora più difficile l’impegno del Camaiore di scena sul campo del Maliseti mentre il Villa Basilica dovrebbe avere compito relativamente più agevole a Luco, in Mugello. Gara delicatissima per il Lammari che al Laghetti riceve il Candeglia mentre a pochi chilometri di distanza a Marlia si disputa l’unico derby di giornata tra Folgor e Pietrasanta.

di Guido Casotti - casotti@noitv.it