Casi di stalking in aumento

PROVINCIA DI LUCCA - Nell’ultimo biennio le segnalazioni arrivate alla polizia hanno condotto a 110 denunce per altrettanti casi di stalking. 26, invece, sono stati gli ammonimenti emessi dal questore.

-

copia_di_copia_di_12_10_10_polizia_prostituzione213.jpg

Chiamarla emergenza sarebbe troppo semplice e rischierebbe di sminuire un fenomeno sociale da valutare con grande preoccupazione: in provincia di Lucca i casi di stalking sono in aumento. A dirlo sono i dati diffusi dalla questura di Lucca che dal 2009, anno di introduzione nel codice penale del reato di atti persecutori, svolge un lavoro quotidiano sul settore con la Divisione Anticrimine.
Nell’ultimo biennio le segnalazioni arrivate alla polizia hanno condotto a 110 denunce per altrettanti casi di stalking. 26, invece, sono stati gli ammonimenti emessi dal questore, cioè i provvedimenti amministrativi alternativi alla querela con i quali si avverte il persecutore di cessare la sua azione, pena la denuncia.
Non basta: in questi giorni la questura sta valutando il da farsi su 8 casi di situazioni denunciate nelle scorse settimane.
Secondo quanto spiegato dalla polizia, in genere si tratta di segnalazioni nei confronti di ex partner che non accettano la fine del rapporto sentimentale e vessano la vittima con telefonate, sms, email o appostamenti nei luoghi da questa frequentati. Lo stalker non è sempre un uomo ed inoltre questo reato è molto trasversale: comprende tutti i ceti sociali e le fasce d’età, dagli adolescenti fino agli ultrassessantenni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento