Il nuovo volto della povertà a Lucca

PROV. LUCCA - La povertà in provincia di Lucca sta crescendo e allo stesso tempo sta cambiando il suo volto. A dirlo è il dossier realizzato dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione insieme a Caritas.

-

caritas.jpg

Dai tanti dati raccolti emergono alcune tendenze che ci fanno capire quanto sia cresciuta e cambiata la povertà, almeno da come la intendevamo fino a cinque anni fa. Nel 2007 gli italiani, rispetto agli extracomunitari, che si rivolgevano ai Centri d’Ascolto erano il 20%. Adesso sono saliti al 40%. Il titolo di studio: più è alto e maggiore è la capacità di reagire alla crisi, ma fra le donne che si rivolgono alla Caritas ben il 5% è laureata. Infine il problema occupazionale: un quarto delle persone che va ai centri d’ascolto ha un lavoro o una pensione; insomma anche chi ha un reddito può cadere nella povertà ed avere bisogno di assistenza.
L’obiettivo di questo dossier è capire quale sia la risposta migliore per aiutare le persone in difficoltà. E proprio questi dati saranno la base del dibattito che si svolgerà in Curia questo venerdì alle 15:30 nel corso di un convegno dal titolo significativo: “Pensare insieme il contrasto alle povertà”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento